Incendio in via De Nicola: intossicati padre e figlio

Forse a causa del malfunzionamento di alcune stufette elettriche due persone hanno rischiato la vita tra le fiamme. Questa notte l'evacuazione e gli interventi dei Carabinieri

Intorno alle 3 di questa notte, i Carabinieri della Stazione Bologna Borgo Panigale sono intervenuti presso uno stabile di via Enrico De Nicola 3, dove era divampato un incendio all’interno di un appartamento dell’ultimo piano del palazzo.  La casa era abitata da 2 persone, padre e figlio.

STUFE ELETTRICHE POSSIBILI CAUSE. I primi accertamenti, operati unitamente a personale dei Vigili del Fuoco che ha provveduto ad estinguere le fiamme, sembrano attribuirne la causa al malfunzionamento di alcune stufe elettriche. Le fiamme non hanno causato grossi danni alla struttura, rimanendo circoscritte all’interno dell’abitazione occupata da un 64enne di origine libica e dal figlio 33enne (dichiarato inagibile a seguito dei gravi danni riportati), che sono stati trasportati presso l’ospedale Maggiore di Bologna in stato d’intossicazione. Le loro condizioni non sembrano comunque destare particolari preoccupazioni.

I VICINI OSPITATI IN UNA SCUOLA. Per alcune ore, per agevolare le operazioni di spegnimento, le famiglie abitanti negli appartamenti limitrofi a quello interessato dall’incendio sono state allontanate dalle loro abitazioni ed ospitate in una vicina scuola. In mattinata hanno potuto far ritorno presso le loro case.
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Meteo, previsioni per il fine settimana: tornano pioggia e neve

  • Incidente a Budrio: un morto e un ferito sulla Trasversale di Pianura

  • Vuole offrire da bere agli 'amici': invece di ringraziarlo lo aggrediscono e lo rapinano

  • People Mover, avvio il 7 marzo per la navetta veloce tra aeroporto e stazione

  • Rapina la banca, poi confessa davanti al Giudice: “Mio figlio malato, la paga da operaio non basta”

  • "Evasione fiscale da 140 milioni di euro": Maxi sequestro della Finanza, anche auto storiche di lusso

Torna su
BolognaToday è in caricamento