menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Incidente Bologna, Autostrade: 'Il ponte tangenziale riaperto a metà ottobre'

Nei progetti ridotti a due i mesi di tempo necessari per l'intervento. La road map dei lavori

Il tratto potrebbe riaprire già alla metà di ottobre. Si prospettano tempi record per la ricostruzione del tratto di autostrada crollato dopo l'esplosione della cisterna in A14. A comunicarlo è la società Autostrade.

Il progetto di ricostruzione consengato da Autostrade a Regione e Comune comprime di circa tre mesi i normali tempi di intervento, che sarà realizzato in due mesi contro i cinque mesi inizialmente preventivati.

Si andrebbero così a ridurre gli inevitabili disagi per le deviazioni e la congestione del traffico autostradale in quel tratto. La bozza dei lavori avrebbe avuto un primo benestare dall'amministrazione pubblica locale.

Attualmente l’area sottostante il viadotto è stata completamente liberata dai materiali di risulta, mentre domani mattina inizieranno le attività di ripristino degli appoggi del nuovo impalcato, che si concluderanno lunedì prossimo.

Nell'ultima settimana di agosto -prevede Autostrade- inizierà la consegna delle nuove travi da parte dei fornitori individuati, che si concluderà entro la prima settimana di settembre con successivo avvio dell'armatura e getto della soletta.

Meteo permettendo, la completa riapertura al traffico della carreggiata autostradale e della Tangenziale sud è prevista entro la metà del mese di ottobre. L'intervento riprodurrà lo schema statico preesistente con 12 travi in cemento armato precompresso a 2 metri di interasse e soletta collaborante.

Autostrade per l’Italia ha inoltre offerto la sua piena disponibilità a supportare, nella gestione del sinistro nei confronti dell’assicuratore del mezzo responsabile del tragico evento, tutte le persone che hanno subito danni.

La società coinvolgerà a tal fine uno studio legale specializzato nella gestione di sinistri complessi, metterà a disposizione la propria piattaforma informatica ed assicurerà, attraverso la Direzione di Tronco di Bologna e il broker Willis di Bologna, il supporto necessario per la
raccolta, valutazione e classificazione delle richieste di risarcimento

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

I Giardini Margherita, tra tesoretti e sorprese inaspettate

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BolognaToday è in caricamento