Sabato, 15 Maggio 2021
Incidenti stradali A14 - Autostrada Adriatica

Incidente in A14: muore falciato da veicolo mentre lavora

Impiegato con una squadra in un cantiere per la manutenzione stradale, un 50enne ha perso la vita nella serata di ieri.

Un uomo di 50 anni originario di San Severo di Foggia è morto in seguito all'urto con un mezzo in corsa, mentre stava lavorando a un cantiere al Km 24 dell'autostrada A14.

E' successo nella serata di ieri, intorno alle 22:30. La vittima, impiegata come operaio stradale, stava lavorando al piazzamento della segnaletica stradale nell'area attigua al cantiere quando è avvenuto lo schianto: un mezzo non meglio identificato ha travolto l'uomo, e ha poi proseguito la sua corsa in direzione Sud, senza fermarsi.

Sul posto, chiamati dai colleghi, sono sopraggiunti i soccorsi di del 118 e Polizia Stradale, ma per l'uomo non c'è stato niente da fare. Il cantiere era posizionato nella corsia centrale della carreggiata: sono in corso accertamenti della Polizia Stradale per risalire all'identità del mezzo coinvolto nell'incidente. Nell'area non ci sarebbero telecamere di sorveglianza. GLi altri operai non avrebbero visto direttamente l'impatto, ma sono accorsi solo in seguito, trovando il 50enne riverso a terra.

"Il mio personale cordoglio, a nome del Sindaco e di tutta la Giunta, alla famiglia dell'operaio travolto e ucciso in un cantiere autostradale. Si tratta di un incidente gravissimo sul quale, prima di esprimere qualsiasi giudizio, è bene aspettare i chiarimenti che arriveranno dalle indagini - ha scritto in una nota l'assessore al lavoro Marco Lombarso - questo incidente mortale sul lavoro ci pone però di fronte al tema del monitoraggio sulla sicurezza nei cantieri. Un'azione sulla quale ci dovremmo impegnare tutti a tenere la guardia molto alta, quando si avvieranno i cantieri per l’ampliamento in sede dell’autostrada e della tangenziale".
 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Incidente in A14: muore falciato da veicolo mentre lavora

BolognaToday è in caricamento