Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Incidente autocisterna a Imola, Arpae: "5.000 litri di acido acetico nel canale di scolo"|VIDEO

Le operazioni, terminate alle ore 4:00 circa, sono riprese in mattinata. Il corso dello scolo è stato interrotto, con due argini in terra, per il tratto interessato dall’inquinamento. Il terreno e la vegetazione vengono raccolti per essere poi avviati allo smaltimento

 

Desta ancor apreoccupazione lo sversamento di acido acetico nel canale e nel terreno, dopo il ribaltamento di una autocisterna nel pomeriggio di martedì 20 aprile, a Imola in via Correcchio.

"Trasportava 11.500 kg circa di acido acetico - un potente corrosivo - è fuoriuscita dalla carreggiata finendo nello Scolo Correcchio - fa sapere Arpae - parte dell’acido contenuto nella motrice è fuoriuscito dal boccaporto superiore riversandosi nel corpo idrico superficiale che, al momento dell’incidente, era in regime di secca. L’acido acetico si è disperso nell’alveo del corso d’acqua per un tratto di circa 100 metri. La ditta incaricata del trasporto, su richiesta di Arpae, ha attivato una ditta specializzata in operazioni di bonifica".

Sul posto una squadra e due nuclei NBCR (nucleare, batteriologico, chimico e radiologico) dei Vigili del fuoco, provenienti da Bologna e Venezia. Presenti anche i tecnici dell'Arpae insieme ai Carabinieri e al funzionario dei pompieri del comando di Bologna. Le squadre NBCR hanno circoscritto lo scenario. Il liquido dal mezzo incidentato è stato travasato in un'altra cisterna, un'operazione delicata che ha richiesto alcune ore ed è terminato in serata. 

"É stato possibile rimuovere, con l’ausilio di un mezzo speciale dei VVFF, l’acido acetico ancora presente nell’autocisterna, ponendolo in sicurezza in contenitori idonei - continua Arpae - il corso dello scolo Correcchio è stato interrotto, con due argini in terra, per il tratto interessato dall’inquinamento allo scopo di impedire l’ulteriore dispersione dell’acido fuoriuscito, stimato in circa 5000 litri. Contestualmente è stato richiesto al Consorzio di Bonifica competente di mantenere il regime di secca sul corso d’acqua".

Alle ore 23:00 circa i VVFF hanno completato il recupero del mezzo. È stato così possibile iniziare gli interventi di bonifica ambientale, aspirando il liquido presente nello scolo Correcchio e ripulendo il manto stradale. Le operazioni, terminate alle ore 4:00 circa, sono riprese in mattinata: "È in corso la risagomatura delle sponde e dell’alveo del corpo idrico. Il terreno e la vegetazione rimosse vengono raccolti in big bags per essere poi avviati allo smaltimento. Si prevede che le attività possano proseguire per tutta la giornata". 

Sversamento diga e pesci morti in Appennino: la Regione cambia le norme

Vergato: sversamento di gasolio nel torrente, interviene l'Arpa

Potrebbe Interessarti

Torna su
BolognaToday è in caricamento