menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Incidente Borgo Panigale: pugno di ferro sul cellulare alla guida

Le cause del tamponamento non sono state ancora accertate, ma per il governo: "Serve una stretta". In arrivo in città le travi per la ricostruzione del ponte

Giro di vite sull'uso dello smartphone mentre si è alla guida, dopo l'esplosione a Borgo Panigale. Si rischia anche il ritiro della patente. Lo ha annunciato ieri il ministro dei Trasporti, Danilo Toninelli, in un'intervista al Mattino di Napoli, rilanciato e confermato oggi anche dal sottosegretario Michele Dell'Orco, tramite social network.

Non è chiaro se il conducente della cisterna si fosse distratto utilizzando il telefono cellulare o se si è trattato di un malore o un colpo di sono, ma per Dell'Orco "Serve una stretta. La scorsa legislatura tutti i partiti erano d'accordo, ma il vecchio Governo ha bloccato le modifiche puntuali al Codice della strada. Questa volta non sarà così, piena fiducia nei gruppi parlamentari. Dopo il dispositivo salva-bimbi, i deputati 5 stelle e Lega sono al lavoro per aumentare ulteriormente la sicurezza sulle strade", assicura il sottosegretario.

Lavori di ripristino 

Intanto l'assessore al Traffico del Comune di Bologna, Irene Priolo ha assicurato che a fine agosto le 12 travi necessarie per ricostruire il ponte della A14 inizieranno ad arrivare. "Oggi Pavimental (l'azienda incaricata - ndr) sta finendo i lavori di ripristino corticale sopra le colonne - fa sapere l'assessore tramite i social network - sono in corso presso lo stabilimento gli adattamenti dei casseri e dal 22 iniziano a gettare le nuove travi. Consegna a partire dall'ultima di agosto". Nel frattempo, spiega ancora Priolo, "si sta procedendo con la pulizia dall'annerimento della trave di bordo della carreggiata aperta al traffico".

Secondo le stime di Autostrade, la riapertura della A14 (e del tratto di tangenziale chiuso) potrebbe avvenire già all'inizio di ottobre. "Ora la priorità è che arrivino il prima possibile i rimborsi per i cittadini e le imprese - afferma l'assessore alla sicurezza Alberto Aitini, parlando all'agenzia Dire - è fondamentale, anche perchè i costi per le riparazioni sono stati anticipati da chi è stato danneggiato. L'assicurazione è sembrata seria fin dall'inizio nell'essersi subito attivata per i risarcimenti". Intanto, il quartiere "sta tornando alla normalità - sottolinea l'assessore - le due concessionarie stanno lavorando per riaprire la prossima settimana.

L'INFERNO A BORGO PANIGALE IN 120 SECONDI: GUARDA IL VIDEO 

Bologna si rialza

Intanto, il quartiere "sta tornando alla normalità - sottolinea l'assessore - le due concessionarie stanno lavorando per riaprire la prossima settimana. Ed essendo le aziende che hanno subito più danni, questo è un segnale importante". Anche il ristorante 'Il randagio', fortemente danneggiato dall'esplosione, "dovrebbe riaprire nei prossimi giorni". Per quanto riguarda le due scuole danneggiate, i lavori dovrebbero essere terminati entro il ritorno sui banchi e "non dovrebbero esserci ritardi". Tempi "leggermente piu' lunghi", invece, per il ripristino della sala del Quartiere Borgo Panigale, anche quella chiusa per i danni. (dire)

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Arredare

Come trasformare una finestra in un piccolo balcone

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BolognaToday è in caricamento