Incidenti stradali Medicina

Tragico incidente stradale a Medicina: morta a 35 anni Elena Lavinia Iordache

L'auto della donna è uscita improvvisamente di strada, fatale lo schianto contro il muretto di un'abitazione. È la 17esima vittima sulle strade bolognesi da inizio anno

QUI PER ISCRIVERSI AL CANALE WHATSAPP DI BOLOGNATODAY

Un altro incidente mortale sulle strade bolognesi, stavolta a Medicina. A perdere la vita è Elena Lavinia Iordache, 35 anni, originaria di Budrio. La giovane donna sabato sera è finita fuori strada con la sua auto in via San Salvatore 1545, poco lontano dalla Trasversale di Pianura che collega i comuni di Budrio e Medicina e su cui, due ore prima, è avvenuto un altro sinistro che ha coinvolto due vetture. La Volkswagen Passat di Iordache è uscita dalla carreggiata e si è schiantata contro il muro di un'abitazione privata. La donna è morta sul colpo. Lascia un figlio piccolo.

Ancora sconosciute le cause dell’incidente, ma stando alle prime ricostruzioni fatte dalla polizia locale di Imola sembra che la donna abbia perso improvvisamente il controllo dell'automobile facendo tutto da sola mentre viaggiava in direzione di Selva Malvezzi. Nello schianto non sono stati coinvoltinaltri mezzi. La chiamata ai soccorsi è partita dal guidatore che proveniva nel senso opposto e ha assistito all’incidente. Ma l’intervento del 118, arrivato sul posto con un’autoambulanza e un’ambulanza, è stato inutile e i sanitari non hanno potuto fare altro che constatare il decesso.

18 le vittime della strada da inizio anno

Con la morte di Elena Lavinia Iordache sale a 17 la triste conta le vittime della strada da inizio anno nel territorio metropolitano bolognese. L'ultimo era stato Michelino Davide Moccia, l'inferm iere modenese di 59 anni morto in un incidente sul raccordo autostradale di Sasso Marconi il 31 maggio. Due giorni prima in sella alla sua moto aveva perso la vita Pietro Intiglietta, 52enne, originario di Brindisi, residente a Minerbio. A maggio si era già registrato un decesso, quella della giovane mamma Debora Natali, anche lei viaggiava con il suo bambino.

E ancora: il 30 aprile, nel primo pomeriggio, un centauro è deceduto a Pianoro, a pochi giorni dal tragico schianto che è costato la vita al giovane Manuel Bedonni. Prima di loro altre undici le vittime: Angelo Russo - 48enne morto a Sant'Agata Bolognese -, la 73enne Lidia Borghesani, coinvolta in un incidente a San Matteo della Decima e Marcello Falconi, 51 enne  coinvolto in uno schianto tra camion lungo la tangenziale di Bologna lo scorso febbraio.ALveva solo 19 anni Raul Zanoni, che si è scontrato contro un furgone mentre viaggiava sulla via Emilia e - appena una settimana prima - aveva perso la vita Riccardo Maestri, 57 anni, in sella a uno scooter in via Mattei a Bologna. Meno di dieci giorni prima, invece, il giovane carabiniere Daniele Caradio morto in sella alla sua Ducati. Fatale l'impatto frontale contro un'auto sulla San Vitale, a Canaletti di Budrio.

Allla lista delle vittime sull'asfalto vanno aggiunti i due coniugi Pier Luigi Pasqua e Guglielma Ferro. La loro vita è stata spazzata via in pochi attimi a Quinzano, frazione di Loiano, il 25 gennaio scorso: l'auto sulla quale viaggiavano è finita nella scarpataInfine  l'8 gennaio, quando la prima vittima sull'asfalto registrata nel bolognese era stata l'ottantenne Luigi Iannelli, investito e ucciso mentre attraversava la strada a Pontecchio, sulla Porrettana. Una manciata di giorni dopo, il 15 gennaio, Giovanni Guidotti, 62 anni, è deceduto durante il trasporto all'ospedale Maggiore, dopo aver sbattuto contro il carrello di un mezzo pesante sulle Ganzole. Era in sella al suo scooter.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tragico incidente stradale a Medicina: morta a 35 anni Elena Lavinia Iordache
BolognaToday è in caricamento