Incidente a Lizzano: scontro bici-auto, 19enne grave al Maggiore

Mentre si prestava soccorso al ragazzo, un altro incidente alle cascate di Dardagna. Giornata impegnativa per il Soccorso Alpino e Speleologico

Una giornata impegnativa quella di oggi, 16 maggio, per il Soccorso Alpino e Speleologico della Stazione Corno alle Scale, a causa di un grave incidente che ha coinvolto un giovane. 

Un ragazzo di 19 anni residente a Bologna, poco dopo le 15, stava scendendo con la mountain bike sulla via Cavone, nel tratto compreso tra il Rifugio Cavone e Madonna dell'Acero, nel comune di Lizzano in Belvedere, quando in curva ha invaso l'altra corsia e si schiantato contro un'auto, facendo un volo di diversi metri. A dare l'allarme al 118 alcuni passanti. Sul posto sono interventi l'ambulanza di Lizzano, un'auto medica di Marano e l'elicottero 118 di Pavullo, dotato di verricello, con a bordo un Tecnico di elisoccorso del Corpo Nazionale Soccorso Alpino e Speleologico. 

La squadra del Soccorso Alpino è partita da Vidiciatico per dirigersi verso il luogo dell'incidente. Dopo qualche minuti, al 118 è arrivata un'altra richiesta di soccorso per un incidente avvenuto nella zona delle cascate del Dardagna. Un uomo di 56 anni residente a Bologna che si trovava tra la  prima e la seconda cascata a fare una passeggiata, ha perso l'equilibrio, scivolando rovinosamente e finendo sul sentiero sottostante. La caduta gli ha provocato una profonda ferita alla testa. Fortunatamente non avendo perso conoscenza, l'uomo si è
rialzato ed è sceso verso il Santuario Mariano di Madonna dell'Acero, dove ha incontrato un gruppo di persone che hanno dato l'allarme. Dopo averlo stabilizzato, è stato recuperato con un verricello e consegnato ai sanitari per essere trasportato all'ospedale di Ospedale di Porretta in codice di media gravità.

Condizioni più critiche per il 19enne che è stato ricoverato all'Ospedale Maggiore in condizioni gravi.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, bollettino 24 novembre: +2.501, per la prima volta flessione sui contagi settimanali

  • Coronavirus Emilia-Romagna: il virus picchia duro, nell'imolese morto un 45enne

  • Siglata nuova ordinanza. Riaperture negozi, corsi e lezioni di ginnastica a scuola: ecco cosa cambia

  • Il Covid fa la sua prima vittima fra i sanitari del S.Orsola: morto a 59 anni l'infermiere Sergio Bonazzi

  • Mangia la pizza e finisce in ospedale con un filo metallico nell'esofago: due denunce

  • Dati Covid confortanti: l'Emilia-Romagna verso la zona gialla (ma non subito)

Torna su
BolognaToday è in caricamento