Incidente mortale a Sasso, 47enne positivo alle droghe: va in carcere

E' accusato di aver provocato l'incidente e quindi la morte della 66enne Silvana Serenari il 24 gennaio

E' risultato positivo agli stupefacenti S.C., il 47enne accusato di aver provocato un incidente e quindi la morte della 66enne Silvana Serenari a Pontecchio di Sasso Marconi, il 24 gennaio scorso.

Anche lui è stato ricoverato ed è piantonato, ma finirà in carcere per omicidio stradale poichè era al volante nonostante la sospensione della patente sospesa per guida in stato di ebbrezza da febbraio 2016 e con un'auto senza assicurazione. L'uomo è eguito dal Sert e gli esami post-incidente hanno rilevato la positività a benzodiazepine, cannabinoidi, cocaina, metadone e oppiacei anche se ha detto di aver "fumato qualcosa 3 giorni prima". 

Il giudice ha così accolto la richiesta del Pm Nicola Scalabrini ritenendo improbabile che S.C. possa aver perso il controllo del mezzo e invaso la corsia opposta in seguito a un malore, come da lui sostenuto, mentre, come si legge nel verbale di arresto, quando la polizia municipale è arrivata sul luogo dell'incidente "si trovava sul bordo della strada intento a fumare una sigarette e, nonostante le ferite, è apparso vigile". 

Potrebbe interessarti

  • Dermatologia: una bolognese premiata al congresso mondiale

  • Come combattere il caldo: consigli e rimedi

  • Estate 2019: piscine all'aperto a Bologna e provincia

  • Lotta alla zanzare tigre: in arrivo 30mila maschi sterili per bloccare la proliferazione

I più letti della settimana

  • Incidente in A13: scontro tra auto, traffico bloccato per un'ora

  • Incidente mortale a Sasso Marconi: auto si scontra con un camioncino, bimbo di sette anni muore sul colpo

  • Incidente con auto Polizia, morto in ospedale: chi è la vittima

  • Incidente in via del Lavoro, schianto tra volante Polizia e portapizze: morto

  • Incidente in riviera: schianto auto-moto, morto 56enne imolese

  • Aggressione e insulti razzisti, militari coinvolti: 'Avviati approfondimenti'

Torna su
BolognaToday è in caricamento