Incidente tra viale Carducci e via Dante: auto si ribalta, traffico congestionato

Brutto sinistro stamane. Automobilista rimasto bloccato nel veicolo. Necessario anche l'intervento dei vigili del fuoco

Sul luogo del sinistro

Brutto incidente stradale questa mattina tra viale Carducci e via Dante. Nel sinistro, avvenuto per cause ancora da chiarire, sono rimaste coinvolte due automobili, una delle quali si è ribaltata a seguito dell'impatto e ne è uscita con la parte anteriore distrutta. Miracolsamente illesa la conducente. Pesanti invece le ripercussioni sulla viabilità nella zona.

Secondo le prime ricostruzioni, le due vetture - una proveniente da via Dante, l'altra dai viali - si sono scontrate frontalmente. Da quanto si apprende, al momento del sinistro il semaforo era spento, per lavori di manutenzione. Tanto forte è stato lo schianto, che uno dei due mezzi si è ribaltato e la donna che era al volante è rimasta blccata nell'abitacolo. Sul luogo sono stati allertati quindi i vigili del fuoco e  i sanitari del 118. L'automobilista è rimasta praticamente illesa, è infatti stata accolta dai sanitari in codice 1.

Sul luogo è intervenuta anche la polizia municipale, per ricostruire la dinamica del sinistro. Per permettere le operazioni, è stato necessario chiudere parzialmente al traffico via Dante. Di conseguenza si sono registrati forti rallentamenti alla circolazioni nella zona.

Anche ieri pomeriggio traffico congestionato sui viali a seguito di un tamponamento tra automobili, registrato davanti al parcheggio Staveco intorno alle 18.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Grave lutto per Cesare Cremonini: morto il papà Giovanni

  • Lutto all'Alma Mater: morto a 94 anni Alfonso Traina, professore emerito, filologo e latinista

  • Funerale Giovanni Cremonini, in centinaia per l'ultimo saluto al babbo di Cesare

  • Piazzola sospesa per due giorni, gli ambulanti protestano

  • Esce di casa e non torna, trovato di notte nel fiume

  • Medicina: si ubriaca, picchia tutti e danneggia il bar

Torna su
BolognaToday è in caricamento