Cronaca

Incidenti sul lavoro: presidio davanti la prefettura

Un'iniziativa che fa parte di una campagna di pressione per presentare al Governo una proposta per finanziare formazione e consapevolezza sulla salute e sulla sicurezza nei luoghi di lavoro

Solo il giorno precedente ben due incidenti sul lavoro nel Bolognese, mentre in data odierna altri due incidenti nei campi, di cui uno mortale, così come a inizio mese.

E' con queste premesse che oggi si è svolto un presidio dei sindacati per chiedere al governo una svolta sulla sicurezza sul lavoro, approfittando dei fondi del recovery. 

"Non ci accontentiamo di una percentuale, di un morto o due. Noi diciamo zero morti sul lavoro", sottolinea Giuliano Zignani, segretario della Uil di Bologna e dell'Emilia-Romagna, che ricorda come dall'inizio dell'anno a oggi "in Italia sono morti oltre 310 lavoratori, in Emilia-Romagna con quelli di ieri 27. Una vera e propria strage".

"Bisogna creare anche una cultura della sicurezza, che parta dalle scuol -aggiunge Maurizio Lunghi, segretario della Cgil bolognese- per far sì che certi episodi non accadano più sui luoghi di lavoro". Sulla stessa linea Enrico Bassani, segretario Cisl locale: "Si parte dalla formazione, dal mettere in ordine i posti di lavoro, come logistica, come addestramento alle persone prima che inizino a lavorare, con un ciclo continuo di formazione durante l'attività lavorativa, con il rispetto dei contratti di lavoro dei turni e del benessere psicofisico". (Fonte: Dire)

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Incidenti sul lavoro: presidio davanti la prefettura

BolognaToday è in caricamento