menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
FOTO DI REPERTORIO

FOTO DI REPERTORIO

Incidenti, calano i morti sulle strade a Bologna

I dati semestrali fanno prevedere un cambio di passo. Dal 2020 in arrivo il dispositivo alcool-lock

Calano i morti per incidenti stradali a Bologna. In base a quanto elaborato dall'osservatorio regionale sulla sicurezza stradale nei primi sei mesi del 2019 i decessi in seguito a sinistro a Bologna sono stati 43, in flessione di qualche unità rispetto ai 48 del 2018. Calano tutte le tipologie di utenti coinvolti, dall'automobilista al pedone.

Guardando però alla regione intera i casi aumentano. Sebbene le Due Torri restano prime per numero di decessi in totale, da Piacenza a Rimini sono 202 le persone decedute, rispetto alle 190 dello scorso anno, nello stesso periodo. Per lo più si muore a causa dell'alcool, e due terzi delle vittime sono maschi. L'auto è il mezzo più a rischio, in crescita, così come le motociclette anche se la bella stagione tende a sovradimensionare il dato. In aumento anche i decessi degli autisti dei camion, da otto a undici vittime.

L'osservatorio -diretto da Mauro Sorbi- ricorda infine che dal 2020 una direttive europea imporrà ai costruttori di automobili di installare sistemi di blocco antialcool alla guida dei mezzi che impediranno l';accensione del veicolo se il conducente ha bevuto oltre il limite di legge.

Tutte le case automobilistiche dovranno dotare i nuovi veicoli (auto, furgoni, mezzi pesanti etc) che usciranno dalle loro sedi di tali dispositivi per la prevenzione di
incidenti, tutelando automobilisti e pedoni. Le altre cause individuate come fattori scatenanti degli incidenti sono quelle di sempre: la distrazione, l'abitudine del percorso e il mancato rispetto delle distanze di sicurezza.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BolognaToday è in caricamento