menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Rinvio a giudizio per l’agente che colpì la studentessa in Piazza Cavour

La ragazza venne colpita al volto durante uno scontro tra Indignati e polizia, il 12 ottobre 2011, davanti alla sede di Bankitalia, in Piazza Cavour

Nel giorno dello sciopero e delle contestazioni, tornano d’attualità la manifestazioni dello scorso anno e i temi non sono cambiati: tagli, lavoro, troika, banche e austerity.
Identificato, è stato rinviato a giudizio il poliziotto del Reparto Mobile di Bologna accusato di aver sferrato una manganellata sul volto di una studentessa rompendole quattro incisivi. Era il 12 ottobre 2011, davanti alla sede bolognese di Bankitalia.

LE INDAGINI. Chiuse nelle settimane scorse, dopo che il pm Plazzi aveva aperto d'ufficio un'indagine contro ignoti per lesioni volontarie, delegando le indagini alla Digos. La studentessa di 23 anni, del collettivo Sadir, è assistita dall'avvocato Simone Sabattini. Nella prima parte dell'indagine, grazie al fatto che l’agente aveva uno scudo tondo, era stato identificato un altro poliziotto che però aveva negato, spiegando che quella mattina aveva ceduto il suo scudo. Successivi accertamenti hanno permesso di identificare il nuovo indagato. "Il mio assistito non c'entra nulla - ha spiegato oggi l'avvocato Savino Lupo - e abbiamo elementi che ci permetteranno di dimostrarlo in udienza".
 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Superenalotto, la dea bendata bacia Vergato: centrato un '5'

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BolognaToday è in caricamento