Cisl attacca: "Ausl nega indennità a operatori, ci mobilitiamo"

Tra le motivazioni fornite dall'Ausl, così riporta la Fp, c'è la spiegazione che gli operatori citati intervengono su pazienti di cui non è certa la positività al Covid

L'Ausl di Bologna non riconosce l'indennità "malattie infettive" agli operatori impegnati nell'emergenza Covid e dal sindacato si promette battaglia: "Pronti alla mobilitazione", scrive la Cisl-Fp segnalando il tema.

Dell'indennità si è discusso in occasione di un incontro che si è svolto giovedì, spiega la sigla sindacale, riferendo che l'Ausl non intende riconoscere la maggiorazione "agli operatori impegnati nell'emergenza Covid-19 dei pronto soccorso, delle domiciliari e dell'igiene pubblica".

Una decisione che quindi l'Ausl dovrebbe spiegare, scrive la Fp, "a chi in queste ore sta facendo tamponi tutti i giorni, a chi va in casa dei pazienti anziani che necessitano di cure e a chi è in trincea in pronto soccorso". Una situazione da "incredibile ma vero", attacca la sigla di categoria, sottolineando che l'Azienda dimentica i suoi "eroi", come spesso sono stati definiti gli operatori sanitari in prima linea contro la pandemia. Tra le motivazioni fornite dall'Ausl, così riporta la Fp, c'è la spiegazione che gli operatori citati "intervengono su pazienti di cui non è certa la positività al Covid" e che queste stesse figure "non operano per tutto il turno a contatto con pazienti di accertata positività".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Se ne deduce, secondo il sindacato, che "per l'Ausl sei a rischio solo se lavori per tutto il turno con pazienti di accertata positività al Covid; in tutti gli altri casi è impossibile ammalarsi per l'Ausl?". Ma operatori "che tutti i giorni rischiano la loro salute non possono essere 'liquidati' così", manda a dire la Cisl. Il segretario aziendale della Fp, Michele Vaira, avverte quindi che "siamo pronti ad una mobilitazione sotto via Castiglione", cioè la sede dell'Ausl. (Dire)

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Come asciugare i vestiti quando fa freddo evitando quello strano odore di umido

  • Bollettino Covid, boom contagi: +1.180 casi in regione, +348 a Bologna. Altri 10 morti

  • Coronavirus, il piano della Regione Emilia-Romagna: "Intanto isolare famiglie con positivi"

  • Bollettino Covid, +1.413 casi in regione e 15 morti. Salgono i ricoveri

  • Crollo in via del Borgo: morto al Maggiore lo studente travolto dalle macerie

  • 23 ottobre, sciopero nazionale treni e bus: cosa c'è da sapere

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
BolognaToday è in caricamento