Inseguimento in Corticella, scatta la denuncia, lui si difende: "Speronato dalla volante, poi addosso cinque agenti"

Sei giorni di prognosi per un 42enne, che alla fine è stato denunciato per lesioni finalizzate alla resistenza a pubblico ufficiale. La versione della questura: "Ha impattato contro i bidoni della spazzatura mentre fuggiva". Ferito un agente

Un inseguimento dai contorni non del tutto chiari quello avvenuto l'altra notte in Bolognina, al termine del quale un uomo di 42 anni, cittadino italiano, è stato denunciato dalla polizia per resistenza a pubblico ufficiale e lesioni finalizzate alla resistenza dopo un intervento delle volanti.

Il tutto si è svolto nella notte tra il due e il tre luglio: la zona da alcuni giorni è pattugliata continuamente da parte delle forze dell'ordine, a causa di diversi episodi di danni e furti nelle auto in sosta, fatti per i quali la notte precedente l'accaduto è stato anche denunciato un soggetto, nuovamente individuato e arrestato dalla squadra mobile il giorno successivo.

Le versioni di quanto accaduto non collimano in vari punti: secondo quanto è fatto sapere dalla questura intorno alle 4:30 di notte i poliziotti individuano il 42enne nei pressi dei giardini Guido Rossa, lungo via Passarotti.

Il soggetto, che era a bordo di una bici, avrebbe tentato più volte di eludere il controllo e di non fermarsi all'alt, intimato dalle divise. Ne è nato così un inseguimento, protrattosi fino in via di Corticella, terminato solo quando il 42enne avrebbe alcuni bidoni dell'immondizia, cadendo a terra.

Fermato dagli agenti, secondo il resoconto fornito da via Agresti, il 42enne avrebbe continuato a resistere all'arresto, per poi essere caricato e portato in questura per gli accertamenti, poiché sprovvisto di documenti.

Molto diversa è la versione del denunciato, G.A., che a Bolognatoday ha raccontato la sua versione dei fatti: "Io mi stavo allontanando da un contesto che non capivo" dice alludendo all'attività in essere al momento dei fatti, ovvero la ricerca attiva di un responsabile per i danni e i furti alle auto. "Ribadisco che non mi è stato intimato nessun alt: la volante mi ha raggiunto mentre mi stavo allontanando e mi ha speronato, facendomi cadere in corsa, sul lato del marciapiede".

"Dopodiché -riprende il racconto- mi sono venuti addosso cinque agenti, bloccandomi faccia a terra, e da qualcuno è parita una gomitata che mi ha rotto anche gli occhiali. Come facevo a opporre resistenza?".

Alla fine delle operazioni di identificazione e perquisizioni "tutte risultate negative" il 42enne è stato poi portato all'ospedale Maggiore in ambulanza, dove gli sono stati riscontrati traumi giudicati guaribili in sei giorni. Al momento, del pari, risulta anche un agente ferito, con quattro giorni di prognosi. Assistito dall'avvocato Antonio Mancino, il 42enne valuterà nei prossimi giorni eventuali azioni da intraprendere.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Covid, tre ragazzi positivi nei licei di Bologna: controlli su 90 tra studenti e professori

  • Liceo Galvani, lutto al rientro a scuola: è morto il prof Stefano Tampellini

  • Dove mangiare pesce a Bologna: 4 imperdibili ristoranti

  • Scuola, altri due casi di Covid al Fermi e alle Guido Reni

  • Aggressione in casa: tenta violenza sessuale, lei scappa in strada

  • Marzabotto, festa di compleanno in casa: 34 multe per assembramento e 3 denunce

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
BolognaToday è in caricamento