Sterlino: insulti razzisti durante la partita di pallanuoto, nel mirino un tecnico Rari Nantes

Durante il match di apertura di stagione un genitore triestino esclama l'offesa indirizzata al preparatore atletico della squadra bolognese

"N... di m...". Questo l'epiteto razzista rivolto a un preparatore atletico, durante una partita di pallanuoto a Bologna. A pronunciarlo, durante il match di apertura del campionato A2 femminile che ha visto la Rari Nantes Bologna giocare in casa contro la sua omologa triestina, sarebbe stato un genitore ospite, durante una fase di recupero del punteggio da parte di Bologna. La partita è poi finita 8-11 a favore dei giuliani.

Il destinatario dell'insulto razzista, sentito in tutta la piscina, è un membro dello staff tecnico della Rari Nantes, ed è cittadino cubano. L'episodio ha spinto la società a rilasciare una nota, nella quale si riporta come "non è accettabile il ripetersi di offese razziste durante una partita", soprattutto se queste frasi "provengono da un genitore". La Rari Nantes ha fatto anche sapere che affiancherà il tecnico "in qualsiasi azione che riterrà opportuno intraprendere". 

Potrebbe interessarti

  • La mappa degli outlet a Bologna: dove fare ottimi affari

  • Accadde oggi: il 24 giugno crollò la Rupe di Sasso

  • SuperEnalotto, in Emilia sfiorato jackpot più alto del mondo

I più letti della settimana

  • Possibili temporali in arrivo, diramato bollettino di allerta dalla protezione civile

  • Aeroporto, volo Bologna-Kos, passeggeri: "A terra da 12 ore come ostaggi virtuali"

  • Maltempo, grandine in provincia: strade chiuse, auto distrutte e finestre in frantumi

  • Maltempo e grandine: "crivellate" le finestre di via Natali e via Weber

  • Accadde oggi: il 24 giugno crollò la Rupe di Sasso

  • A Bologna il migliore è il Forno Brisa: si aggiudica 3 "pani" Gambero Rosso

Torna su
BolognaToday è in caricamento