Interporto, rubano nei magazzini dell'azienda: nei guai 5 operai

Decine di furti ai danni dell'azienda per la quale lavoravano. Le indagini dei Carabinieri sono partite a fine marzo

Un italiano, due peruviani, un tedesco e un ecuadoregno, di età compresa tra i ventidue e i quarantasette anni, sono finiti nei guai per concorso in furto aggravato continuato ai danni di una ditta dell’Interporto di Bentivoglio, nella quale lavoravano con mansioni di facchinaggio per conto di una cooperativa napoletana che li aveva assunti.

Le indagini dei Carabinieri sono partite a fine marzo, dopo che i due peruviani erano stati denunciati per tentato furto aggravato ai danni dei magazzini dell’azienda. I militari avevano recuperato la refurtiva del valore di circa 11mila euro.

I due peruviani, prima di essere individuati, avevano commesso un’altra decina di furti con i tre “colleghi” denunciati, l’italiano, il tedesco e l’ecuadoregno che avevano agito con ruoli diversi. Sono state eseguite altre perquisizioni domiciliari a carico degli indagati e nel corso delle quali sono stati recuperati altri oggetti che erano stati rubati nella stessa azienda di Bentivoglio.  

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus: fermato treno a San Ruffillo. Era un falso allarme

  • Coronavirus, sotto osservazione due persone in Emilia: le analisi al Sant'Orsola

  • Coronavirus: in Emilia Romagna chiuse scuole, asili e luoghi di cultura. Stop a eventi e manifestazioni

  • Coronavirus, due nuovi casi a Modena e uno a Piacenza. In Emilia-Romagna 26 in totale. Venturi: "Proporremo nostra metodica alle altre Regioni"

  • Coronavirus, il sindacato scuola: "Sospendere attività fino all'8 marzo"

  • Coronavirus: riminese ricoverato, aveva volato dal Marconi. Positivo anche un altro passeggero dello stesso volo

Torna su
BolognaToday è in caricamento