Venerdì, 17 Settembre 2021
Cronaca

Bimbi al freddo e un 90enne nel panico perchè solo: la vicinanza dei Carabinieri nel Natale del Covid

Dopo i due anziani che hanno chiamato il 112 per solitudine e lontananza dai loro cari, altre sue storie da Vergato e da Imola

Continuano i commoventi episodi che riguardano la solitudine in questo periodo di festa e soprattutto durante un momento delicato da vivere nel rispetto delle disposizioni anti-Covid. Ancora una volta sono i Carabinieri a raccontare come i cittadini si rivolgano a loro per le più disparate motivazioni, che in questo contesto vanno spesso ben oltre l'emergenza. Dopo il dolcissimo 94enne che non voleva restare da solo, alla nonnina che ha chiesto agli uomini in divisa per raggiungere il figlio. 

"Il riscaldamento è rotto e i bimbi sono al freddo"

Alle ore 11.30 di ieri, l’operatore della centrale operativa dei Carabinieri di Vergato ha ricevuto la telefonata di un cittadino straniero che chiedeva aiuto perché la sua famiglia era rimasta al freddo a causa di un problema tecnico all’impianto di riscaldamento che non era stato in grado di riparare. Appresa la notizia, due pattuglie dell’Arma si sono recate sul posto, accertando lo stato di difficoltà in cui versava la famiglia all’interno della quale c’erano anche due figli, tra cui un minorenne.

Dopo aver sollecitato le autorità locali, i Carabinieri delle Stazione di Alto Reno Terme e Gaggio Montano si sono messi al servizio della famiglia procurandogli subito una stufa elettrica e dei pasti caldi che i militari di Gaggio Montano sono andanti a prendere a un bar di Silla  Il personale del locale, messo al corrente della situazione, ha deciso di offrire i pasti alla famiglia in difficoltà.

Imola, 90enne in preda a un attacco di panico per via della solitudine 

Questa notte invece, intorno alle ore tre, la centrale di Imola ha ricevuto la telefonata di un cittadino di Medicina che riferiva di essere stato svegliato dai lamenti di un vicino di casa che chiedeva aiuto. I Carabinieri del luogo si sono recati sul posto e quando sono arrivati, hanno trovato un anziano sulla novantina, in preda a un attacco di panico, che voleva stare in compagnia di qualcuno. Dopo aver telefonato al figlio, invitandolo a raggiungere il padre, i militari si sono trattenuti nell’abitazione dell’anziano, facendogli compagnia.

94enne si sente solo e telefona ai Carabinieri: brindano insieme al Natale

Nonnina di 84 anni chiama il 112 per andare dal figlio: "Non voglio stare da sola quando è festa"


 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Bimbi al freddo e un 90enne nel panico perchè solo: la vicinanza dei Carabinieri nel Natale del Covid

BolognaToday è in caricamento