rotate-mobile
Martedì, 18 Giugno 2024
Cronaca

Notte di San Silvestro: reati, arresti e denunce del Capodanno bolognese

2 arresti, 11 denunce in strato di libertà, 501 persone e 432 veicoli controllati, 1 veicolo rubato recuperato: ecco il bilancio dei Carabinieri di Bologna

Bilancio del Capodanno bolognese: 2 arresti, 11 denunce in strato di libertà, 501 persone e 432 veicoli controllati, 1 veicolo rubato recuperato (in stato di abbandono in via del Gomito), più vari interventi per persone moleste. Questo è il bilancio dell’attività dei reparti dipendenti dal Comando Provinciale di Bologna operata a cavallo di San Silvestro e Capodanno. Fortunatamente non si registrano interventi per incidenti dovuti ad erroneo maneggio di fuochi d’artificio.

MATERIALE PIROTECNICO SEQUESTRATO. Proprio in quest’ultimo settore, nel pomeriggio di ieri, i Carabinieri della Stazione Bologna Porta Lame hanno rinvenuto in via dell’Archiginnasio una busta contenente vario materiale pirotecnico (5 scatole di giochi pirotecnici con innesco a miccia contenenti complessivamente 18 nastri da 40/50 micce e 18 tubi con innesco a miccia di varie misure - altezza 13/20 cm e diametro di 2,5/3,5 cm - tipo “fontane di fuoco/stelle filanti”) tutti di fabbricazione cinese privi di marchio CE o completamente sprovvisti dell’indicazione della fabbrica o della nazione di produzione. L’involucro era stato abbandonato da un giovane datosi alla fuga dopo essere stato sorpreso dai militari del Reggimento E.I. Genio Ferrovieri di Bologna, impiegati nel servizio di vigilanza “Strade Sicure”, mentre tentava di rubare una bicicletta. A seguire si riportano alcune delle più significative attività.

GLI ARRESTI. Intorno alle 22,30, in questa via Zamboni, gli ormai noti Carabinieri del Nucleo Operativo hanno tratto in arresto un 44enne della provincua di Caserta (D.I., nullafacente con precedenti di polizia), sorpreso mentre offriva 1,3 grammi di “hashish” ad alcuni giovani. Addosso gli sono stati rinvenuti ulteriori 4,5 grammi della medesima sostanza. Lo stesso è stato inoltre denunciato in stato di libertà per violazione della misura del foglio di via obbligatorio con divieto di ritorno nel comune di Bologna, a suo carico daL settembre 2010. Poco più tardi, alle 23,15 circa, in piazza XX Settembre, gli stessi militari hanno arrestato anche due tunisini nullafacenti, senza fissa dimora e con precedenti di polizia (B.K. 22enne e M.W 18enne), colti sul fatto mentre cedevano 0,43 grammi di cocaina ad alcuni passanti. Vistisi scoperti, i due malviventi hanno provato scappare e poi, bloccati, hanno anche opposto energica resistenza ai militari, strattonandoli  e spintonandoli. Addosso ad uno dei due, i Carabinieri hanno rinvenuto anche 125 euro in banconote di vario taglio, ritenuta provento di precedente attività di spaccio. Oltre che di spaccio di sostanze stupefacenti continuato in concorso, dovranno rispondere anche di resistenza a pubblico ufficiale.

DENUNCE. Dopo i festeggiamenti per il nuovo anno, intorno alle 2,15 in via Saragozza, i Carabinieri della Stazione Porta Lame hanno bloccato un italiano che, completamente ubriaco, stava tentando di forzare alcune auto in sosta per addormentarvisi dentro. Per lui è scattata la denuncia per ubriachezza molesta. Sempre nella notte, i Carabinieri del NOR della Compagnia di Medicina, nel corso dell’attività di controllo alla circolazione stradale, hanno invece denunciato due automobilisti per guida in stato d’ebbrezza: il primo (M.A. 35enne di San Lazzaro di Savena) è stato controllato a Castenaso in via Morante alla guida della propria Chrysler con un tasso alcolemico di 1.19 g/l, mentre il secondo (T.M., 55enne di Minerbio) è stato controllato a Granarolo dell’Emilia alla guida della propria BMW con un tasso di 0.87 g/l.

ALTRI INTERVENTI. Intorno alle 17,00 i Carabinieri di Granarolo dell’Emilia sono intervenuti presso il bar “La Vela” di via San Donato dove un cliente aveva accusato un malore. Sul posto era già presente personale del 118 che nulla ha potuto, nonostante i tentativi di rianimazione impartitigli. L’uomo (un 42enne originario di Bondeno ma residente a Finale Emilia) è purtroppo deceduto stroncato da un infarto. All’1,30 circa, i Carabinieri di Lizzano in Belvedere sono intervenuti nei pressi di un hotel di Vidiciatico dove due persone erano venute alla mani, mentre successivamente, alle 3,00 circa, una gazzella del NOR della Compagnia di Borgo panigale è intervenuta nei pressi della discoteca Matis di Bologna, per un’altra lite fra due persone.

RAPINA IN VIA TOSCANA. Alle 5,00, una gazzella del NOR del Comando provinciale di Bologna è intervenuta in via Toscana per prestare soccorso ad un 42enne imolese vittima di una rapina. L’uomo ha riferito ai militari di essere stato - poco prima - aggredito alle spalle da tre sconosciuti che, dopo averlo strattonato e fatto cadere per terra, lo hanno derubato del denaro custodito nel portafogli (circa 150 euro). Il malcapitato è stato così condotto presso l’Ospedale Sant’Orsola dove gli sono state riscontrate lievi lesioni. Questo bilancio, decisamente positivo, è il risultato dell’attività preventiva costantemente attuata da tutti i reparti dell’Arma di Bologna. Ne sono esempio i due significativi interventi operati domenica scorsa, 30 dicembre 2012, conclusi con l’arresto dei responsabili. Il primo è stato operato nella notte da una gazzella del NOR della Compagnia di Imola che traeva in arresto un 20enne tunisino (S.H., incensurato, regolarmente residente a Massa Lombarda) per resistenza a pubblico ufficiale, ricettazione, guida senza patente, guida in stato di ebbrezza e omissione di soccorso con soli danni ai mezzi.

Poco prima, intorno all’01,45, il tunisino alla guida di autocarro Opel Vivaro (risultato rubato il giorno prima alla ditta “Ge.M. s.r.l.” di Lugo), in viale D’Agostino di Imola all’incrocio con via D’Acquisto, causava un lieve sinistro (con soli danni ai mezzi) ad un’altra autovettura condotta da un 46enne imolese, che immediatamente allertava il 112. Il furgone veniva così intercettato dai Carabinieri dando luogo ad uno spericolato inseguimento, nel corso del quale il fuggitivo operava manovre pericolose per tentare di seminare l’autoradio, sino a perdere il controllo ed a schiantarsi sulla rotatoria di via I Maggio - via della Cooperazione. A quel punto abbandonava il veicolo e tentava la fuga a piedi, venendo prontamente bloccato. Gli ulteriori accertamenti, oltre a rilevarne l’evidente stato di ebbrezza alcolica, consentivano di appurare che non era titolare di patente di guida. Il secondo è stato invece condotto alle 22,30 in questa via del Sostegnazzo, dove una gazzella del Nucleo Radiomobile di Bologna ha proceduto al controllo di una Lancia Y su cui viaggiavano 3 persone (2 donne e un uomo): quest’ultimo (B.L. 28enne tunisino) è risultato irregolare sul territorio nazionale ed inottemperante ad un provvedimento espulsione emesso il 16.10.2012.

Nel corso del controllo, la conducente e proprietaria del veicolo (C.A. 24enne di Sant’Agata Bolognese con precedenti di polizia) è stata trovata in possesso di 4 dosi già confezionate di sostanza stupefacente del tipo “Ketamina”, 1 dose di “Oppio”, 1 dose di “Eroina”, 1 dose di “Lsd”, 2 dosi di amfetamina “Mdma” (ogni dose del peso unitario di 1 grammo) e di un flacone metadone da 30 ml, nonchè di un coltello a serramanico di genere proibito e della somma contante di 325 euro in banconote da vario taglio, ritenuta provento dell’attività spaccio. Per C.A. è così scattato l’arresto per detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti e porto di armi od oggetti atti offendere, mentre il tunisino è stato denunciato per inottemperanza al provvedimento di espulsione.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Notte di San Silvestro: reati, arresti e denunce del Capodanno bolognese

BolognaToday è in caricamento