rotate-mobile
Mercoledì, 6 Luglio 2022
Cronaca

Traumi, fobie, attacchi di panico: una nuova tecnica che agisce sull'amigdala

Tecniche utili al miglioramento dell'essere umano: si parte da qui e da una parte di cervello che si chiama amigdala. Ad aprile il primo corso dedicato alle tecniche Havening

Per la prima volta in Italia, nell'ambito della psicoterapia, si parla della tecnica "Havening" e questo avviene a Bologna il prossimo aprile, quando la dottoressa Veronica Monte, psicologa psicoterapeuta ed ipnotista introdurrà questa tecnica innovativa che si concentra su quella parte del nostro cervello (l'amigdala) che fra le altre cose, gestisce le emozioni. La rapidità, la semplicità e la completezza del metodo renderebbe possibile il trattamento e l'applicazione a tutte le età. 

Fobie, dolori cronici, rabbia, attacchi di panico e stress: le Tecniche Havening in Inghilterra sono riconosciute come un valido strumento di aiuto e una recente ricerca condotta presso il King's College di Londra rivela ottimi risultati dopo solo un trattamento. Per capire meglio di che si tratta abbiamo fatto qualche domanda alla dottoressa Veronica Monte. 

Tecnica Havening: di che si tratta? Come e dove nasce? Con quali obiettivi e con quali risultati?

Le Tecniche Havening sono state sviluppate dal Dr RonRuden, in collaborazione con il fratello il Dr Steven Ruden di New York. Il Dr RonRuden laureato ad Harvard, per oltre ventanni si è occupato di ricerca e studio delle neuroscienze al fine di sviluppare metodi e tecniche utili al miglioramento dell’essere umano. In particolare ha dedicato oltre dieci anni  allo studio e alla sperimentazione clinica delle funzioni dell’amigdala (sistema limbico-sistema nervoso centrale) coinvolte nella elaborazione dei traumi psicologici e altre correlazioni emotive emozionali coinvolte ( fobie, dolore cronico, stati depressivi- ansiosi ecc.). Il risultato di questi studi ed applicazioni innovative si riflettono nei protocolli Havening.
Applicate ai veterani militari con disturbo post traumatico da stress, in Inghilterra sono riconosciute come un valido strumento di aiuto nonché una recente ricerca condotta presso il King's College di Londra sottolinea ottimi  risultati dopo solo un trattamento. Le tecniche sono in continua evoluzione. La rapidità,  la semplicità e la completezza del metodo  rende possibile il trattamento e applicazione a tutte le età. I protocolli  Havening possono  essere integrati in diverse pratiche e metodologie nonché in situazioni di miglioramento del benessere delle persone ( dolore cronico, prestazioni sportive, coaching ecc).

Che cos'è l'amigdala e qual è la sua funzione?

L'amigdala  è una parte del cervello composta da diversi nuclei, si trova nel sistema libico  proprio nel cuore  del cervello e si caratterizza per la sua  forma a mandorla. Ci sono due amigdale, rispettivamente a livello temporale sinistro e destro degli emisferi. A cosa servono questi aglomerati  di nuclei? Numerose ricerche mostrano la sua responsabilità  per le emozioni , per l’istinto di sopravvivenza  e  le funzioni di  memoria. 
In particolare l’amigdala rappresenta la centralina  per la percezione delle emozioni come la rabbia, la paura e la tristezza , così come per il controllo di aggressione. Non solo ma nell'uomo svolge anche un ruolo nella attività sessuale e nella libido. L'amigdala aiuta ad immagazzinare ricordi di eventi ed emozioni in modo che un individuo può essere in grado di riconoscere gli eventi simili in futuro. Nel caso in cui una persona abbia subito un trauma, il ruolo dell’amigdala  è di conservare la memoria di tale evento aumentando  paura e  vigilanza quando la persona si trova in contesti simili o con degli stimoli che possano ricordare l’evento traumatico. Ad esempio la paura dei gatti, potrebbe nascere dal fatto di essere stato graffiato e ogni qualvolta si è in presenza dell’animale si cerchi di evitarlo. La paura inoltre può anche trasformarsi in fobia e generare avversità. 

In termini di applicazioni le Havening Techniques,  agiscono  in modo permanente bloccando i neuroni specifici contenenti le informazioni  biologiche del trauma che  producono  reazioni non evolutive. Havening utilizza l'input sensoriale del tatto come una parte fondamentale della sua applicazione. Alcune aree del corpo quali le braccia , viso e le mani se toccate attraverso il metodo Havening producono onde delta a livello cerebrale. Le onde delta a loro volta promuovono reazioni chimiche a catena nella zona dell'amigdala. Ciò  rimuove specificamente i recettori  AMPA  che si trovano sulla superficie dei neuroni nell'amigdala, dove l'evento traumatico è stato  'archiviato' (la memoria dell’evento) conseguentemente il risultato è che l’area della memoria non viene  riattivata.

Per quali traumi psicologici la consiglierebbe?

Le esperienze traumatiche possono essere codificate a livello cerebrale attraverso una modalità che può generare una sintomatologia fisica e/o psicologica. Le Tecniche Havening vengono  utilizzate nel trattamento dei  seguenti  sintomi:
• Trattamento  di fobie
• Trattamento del dolore cronico
• Rimozione delle risposte emotive ai ricordi angoscianti (relazioni interrotte, notizia sconvolgente, perdita, imbarazzo, ecc)
• Trattare risposte emotive derivanti da esperienze di calamità naturali, eventi traumatici (aggressione, stupro, abusi, criminalità ecc) e anche le esperienze di guerra.
• Rimozione risposte di rabbia
• Rimozione  della paura dell'abbandono
• Aiutare le persone alla elaborazione della sofferenza e  del lutto
• Aiutare le persone a rimuovere  stress,  frustrazione, ecc.
• Situazioni relazionali,  terapia di coppia e familiare
• Trattare  Disturbo Post Traumatico da Stress  (PTSD)
• Trattamento degli attacchi di panico e  diverse altre applicazioni.
Le tecniche inoltre possono  essere utilizzate per aiutare le persone a lavorare in una modalità  più efficace. Promuove  le persone nella gestione manageriale  (ad es: riunioni di equipe,  presentazioni, networking). Possono  aiutare le persone a uscire dalla propria strada e anche incorporare credenze e atteggiamenti utili per la propria vita. È possibile utilizzarle per aumentare la  fiducia in se  e  aumentare le prestazioni sia cognitive che sportive. Inoltre si possono imparare e utilizzarle in modo autonomo attraverso l’auto applicazione.

Ci parla delle due giornate bolognesi del 9 e 10 aprile?

Le due giornate di formazione rappresentano il primo corso  italiano per apprendere e sperimentare  le tecniche Havening, il corso segue i parametri internazionali ed è caratterizzato da dimostrazioni, numerose esercitazioni in piccoli gruppi e da supervisioni al fine di poter apprendere le basi teoriche e pratiche. Possono partecipare previa valutazione del curriculum professionale professionisti che si occupano di benessere e sviluppo personale come  medici, psichiatri, psicologi, psicoterapeuti, operatori appartenenti ad Ordini o Collegi relativi come fisioterapisti, infermieri ecc.,  operatori del benessere: EFT, TFT, PNL ecc.  Poiché il corso è a numero chiuso  per poter rendere efficace l’apprendimento, si terrà un secondo corso anche il 2 e 3 di luglio sempre a Bologna (per info: haveningitalia@yahoo.com). 

Veronica Monte psicologa psicoterapeuta ed ipnotista. Specialità sistemico - relazionale conseguita presso il Centro Padovano di Terapia  della Famiglia sede Trieste. Presso il Mental ResearchInstitute, Palo Alto, California (U.S.A.) approfondisce alcuni temi relativi alla terapia familiare. Abilitata all'utilizzo della  tecnica  EMDR per  esperienze stressanti o traumatiche. La formazione ipnotica la svolge  presso la Milton H. Erickson Foundation, Phoenix (U.S.A), all' HypnosisMotivationInstitute California (U.S.A), in ipnosi classica al National College of  Hypnosis and Psychotherapy  (Londra, UK) e alla Scuola Italiana di Ipnosi e Psicoterapia Ericksoniana, (Roma, Siena) . Tra i primi certificati a livello mondiale è la prima italiana certificata HaveningTechniques ® Practitioner  e Trainer. 

Veronica Monte 1-2

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Traumi, fobie, attacchi di panico: una nuova tecnica che agisce sull'amigdala

BolognaToday è in caricamento