Cronaca

Intrappolati nel bosco: soccorsi via WhatsApp grazie alle foto panoramiche

Una donna, in preda al panico, ha allertato i soccorsi: con due amici si erano avventurati in un sentiero ad anello e non riuscivano più a trovare la via d'uscita

Brutta avventura l'altra sera a Castel del Rio per tre amici, che si erano addentrati nel bosco per una scampagnata. La gita è però finita male, i tre, infatti, si sono persi e hanno dovuto allertare i soccorsi. A tirarli fuori, è stato un carabiniere libero dal servizio, guidando gli escursionisti via WhatsApp.

E' quanto accaduto l’altra sera, dopo che la Centrale Operativa dei Carabinieri di Imola ha ricevuto la telefonata di una donna in preda al panico che riferiva di essersi persa in occasione di una scampagnata primaverile che aveva deciso di fare, assieme ad altri due amici, all’interno di un sentiero ad anello che collega Moraduccio a Montefune.

Considerato che la chiamata al 112 è giunta nel tardo pomeriggio, e che da li a poco il sole sarebbe tramontato, la notizia è stata trasmessa subito a un Carabiniere di Castel del Rio (in quel momento libero dal servizio) che, conoscendo bene la zona, si è messo in contatto con la richiedente, invitandola a scattare alcune fotografie panoramiche e trasmettergliele via WhatsApp, la nota applicazione di messaggistica istantanea per smartphone.

A quel punto, il Carabiniere, analizzando le immagini, ha riconosciuto l’ambiente ed è riuscito a “guidare” il gruppo di escursionisti fino alla macchina che avevano parcheggiato all’inizio del percorso. I tre soggetti, ferraresi sulla quarantina, non hanno riportato ferite.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Intrappolati nel bosco: soccorsi via WhatsApp grazie alle foto panoramiche

BolognaToday è in caricamento