Si finge addetto Inps per chiedere info in banca: nei guai un investigatore privato

Il professionista denunciato dai carabinieri, insieme a un titolare di negozio di telefonia

Un investigatore privato, responsabile di un’agenzia investigativa di Bologna,. e il titolare di un negozio di telefonia sono stati denunciati dai carabinieri per sostituzione di persona e favoreggiamento.

E' successo a Dozza: le denunce sono arrivate nel corso di un’indagine che i militari avevano avviato per risalire all’identità di una persona. 

Ai militari infatti hanno roicostruito come un uomo, spacciandosi per un funzionario dell’Inps, aveva telefonato alla filiale di una banca di Toscanella per acquisire delle informazioni finanziarie di una correntista, al fine di procurarsi elementi utili per portare avanti una pratica investigativa di natura privata.

Il titolare del negozio di telefonia mobile, sempre secondo quanto ricostruito dall'Arma locale, avrebbe fornito delle Sim fittizie all’investigatore privato, carte telefoniche utilizzate dallo 007 a pagamento per operare garantendosi l’anonimato.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Emilia-Romagna verso la zona gialla, Donini: "Aspettiamo una settimana"

  • Coronavirus Emilia-Romagna: il virus picchia duro, nell'imolese morto un 45enne

  • Martina stroncata dal covid a 21 anni: "La conoscevo da sempre... usiamo meno leggerezza d'ora in avanti nel parlare della malattia"

  • Nuova ordinanza regionale: confermate le misure, altre attività aperte nei prefestivi

  • Stato di crisi: "Non c'è mobilità, non ci sono i ristori": in autostrada i distributori chiudono

  • Covid Bologna ed Emilia-Romagna, il bollettino: l'epidemia rallenta, ma ci sono 50 morti

Torna su
BolognaToday è in caricamento