rotate-mobile
Domenica, 25 Settembre 2022
Cronaca Centro Storico / Piazza della Mercanzia

Repressione Iran e morte della 22enne Masha, sabato presidio sotto le Torri

Per ricordare la 22enne e le altre vittime della repressione, la manifestazione in piazza della Mercanzia

Arrestata dalla polizia morale perché non indossava correttamente il velo. Mahsa Amini aveva 22 anni ed è morta probabilmente a causa delle percosse, a Tehran. 

Per ricordare Masha e le altre vittime della repressione, sabato 24 settembre le donne iraniane invitano la cittadinanza al presidio di solidarietà per "condannare la repressione delle proteste dei nostri connazionali", si legge nella convocazione dell'organizzazione "Donne per Nasrin".

Infatti, in segno di protesta per morte della 22enne durante le manifestazioni, diverse donne a Teheran si sono sfilate il velo e lo hanno bruciato. Altre donne in tutto il mondo si sono tagliate ciocche di capelli e hanno postato il video sui social". 

Anche Amnesty International ha chiesto ai leader del mondo, riuniti in questi giorni all’Assemblea generale delle Nazioni Unite, di appoggiare le richieste per la costituzione di un meccanismo internazionale e indipendente d’inchiesta che affronti il clima d’impunità dominante in Iran: "Amnesty International ha raccolto prove sull’uso illegale della forza da parte delle forze di sicurezza iraniane, che hanno impiegato pallini da caccia e di metallo, gas lacrimogeni, cannoni ad acqua e manganelli per disperdere le proteste" rende nota l'roganizzazione che osserva: "La nuova ondata di repressione attualmente in corso ha coinciso col discorso del presidente iraniano Ebrahim Raisi alle Nazioni Unite". 

307840115_3964381427120346_6867508493963570565_n-3

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Repressione Iran e morte della 22enne Masha, sabato presidio sotto le Torri

BolognaToday è in caricamento