rotate-mobile
Venerdì, 19 Agosto 2022
Cronaca Via Enrico Mattei

La Perla, slitta la chiusura della vertenza

Procedura prorogata almeno fino al 24 ottobre. Nodo sulla cassa straordinaria

Serve ancora tempo per trovare una soluzione alla vertenza de La Perla. Per questo, dopo la fumata grigia di martedì al ministero dello Sviluppo economico, l'incontro di ieri 11 ottobre all'Agenzia del lavoro dell'Emilia-Romagna si è chiuso con una proroga dei termini di conclusione della procedura, che sarebbe dovuta scadere oggi e, invece, rimarrà aperta almeno fino al 24 ottobre.

Azienda, sindacati e Regione si sono presentati a Roma con una pre-intesa in cui si avanza la richiesta dell'avvio della cassa integrazione straordinaria per riorganizzazione per 150 lavoratori del marchio bolognese. Non è chiaro, però se sia possibile per l'azienda fare ricorso a questo tipo di ammortizzatore.

Per questo il ministero dello Sviluppo economico si è preso del tempo per individuare assieme al ministero del Lavoro "l'ammortizzatore sociale che meglio risponde alla situazione aziendale e condividere le caratteristiche dell'incentivazioni all'esodo", riferiscono Filctem-Cgil, Femca-Cisl e Uilca-Uil.

L'azienda ha già chiesto un incontro al ministero del Lavoro per risolvere le questioni tecniche che hanno determinato lo stop al percorso impostato con sindacati e regione. Dunque, i prossimi giorni serviranno per lavorare su questi aspetti per cercare di sciogliere i nodi entro il 24 (se così non fosse, si potrà comunque prorogare ulteriormente la procedura). (Vor/ Dire)

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La Perla, slitta la chiusura della vertenza

BolognaToday è in caricamento