Cronaca Centro Storico / Via Orfeo

Ex-caserma Masini occupata: il sopralluogo promesso non c'è stato, Labàs va in Comune

Oggi la Cassa Depositi e Prestiti avrebbe dovuto effettuare un sopralluogo della ex-caserma Masini occupata, come anticipato dall'assessore alla Cultura Davide Conte ai militanti: "Non si è visto nessuno. Merola a causa della nostra presenza ha annullato l'incontro"

Dopo la contestazione al sindaco Virginio Merola di due giorni fa da parte del centro sociale Labas, che occupa la ex-caserma Masini, oggi la Cassa Depositi e Prestiti avrebbe dovuto effettuare un sopralluogo, come anticipato dall'assessore alla Cultura Davide Conte ai militanti: "Non si è visto nessuno", scrive Labas su Facebook "alle 8,30, prima di cominciare ognuno la propria giornata, eravamo pronti ad accoglierla con un caffè ben fatto davanti al cancello. Ma le due sedie in più sono rimaste vuote. Noi non abbiamo preclusioni verso sopralluoghi di CDP ma riteniamo che questo vada fatto quando ci sarà un tavolo di trattativa". 

Così, come l'adagio di Maometto e la montagna, i rappresentanti di labs sono andati in Comune: "Evidentemente CDP non vuole far fronte a chi questo posto lo vive e lo difende, e per questo non avverte neanche che non viene... La Dott.ssa Paola Del Monte, a nome di CDP Sgr, ha risposto al blitz al convegno dichiarando la disponibilità ad aprire una trattativa pubblica con noi e l'amministrazione sul destino dell'ex caserma Masini". Merola non c'era: "A causa della nostra presenza ha annullato l'incontro, dimostrando ancora una volta la totale mancanza di coraggio che lo contraddistingue. Tuttavia, per bocca dell'assessore Malagoli, l'amministrazione si è detta piacevolmente stupita dell'apertura di CDP". 

Per il centro sociale questo può significare due cose: "O l'amministrazione ha mentito sulla non volontà di CDP di dialogare con noi, oppure la stessa CDP non si è mai resa conto di ciò che siamo. Sino ad oggi. Vedremo se manterranno la promessa data, dato che già questi mesi si sono dimostrati pieni di menzogne, parole non mantenute e operazioni politiche poco trasparenti (come quella al quartiere Santo Stefano). Una cosa è certa: Làbas resiste e non si farà sgomberare facilmente!"
.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ex-caserma Masini occupata: il sopralluogo promesso non c'è stato, Labàs va in Comune

BolognaToday è in caricamento