menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Occupazioni e sgomberi, collettivi Labas e Social Log verso il processo

Imputati a vario titolo finiscono alcuni militanti dei collettivi Labas e Social Log, per lo sgombero del centro sociale e per le occupazioni di via De Maria, Agucchi e Corticella

La macchina giudiziaria presenta il conto ai collettivi. I pm Gustapane e Scandellari hanno infatti richiesto il rinvio a giudizio e la citazione diretta per un totale 25 persone tra i 21 e i 50 anni, tutte militanti nei collettivi di Labas e Social Log.

Le accuse vanno dalle lesioni personali pluriaggravate in concorso alla resistenza a pubblico ufficiale e all'invasione di terreni ed edifici e sono relative allo sgombero del centro sociale Labas di via Orfeo, ma anche alle occupazioni di Social Log degli ultimi due anni, in particolare quelle di via De Maria, via Corticella e via Agucchi.

Per quanto riguarda Labas sono 11 le persone, tra i 24 e i 50 anni, in quell'occasione -secondo la Procura- avrebbero a vario titolo provocato lesioni ad agenti e funzionari nel tentativo di resistere allo sgombero: a sei, tra poliziotti e funzionari Digos sono state refertate lesioni dai 15 ai 64 giorni.

Screenshot (325)-2

Il conto per Social Log è meno salato, ma per loro il pm Gustapane chiede la citazione diretta a giudizio -senza quindi passare per l'udienza preliminare- per complessivamente 14 attivisti tra i 21 e 36 anni, accusati a vario titolo di invasione di terreni ed edifici. Al centro delle richieste dei magistrati le occupazioni a scopo abitativo di via Mario De Maria, via di Corticella e via Agucchi. Proprio in via Mario de Maria trovarono alloggio per un paio di anni decine di famiglie straniere, una occupazione terminata con lo sgombero nell'ottobre dell'anno scorso.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BolognaToday è in caricamento