Martedì, 15 Giugno 2021
Cronaca Via Giuseppe di Vittorio

Cadavere rinvenuto a Casalfiumanese: morto fulminato, rubando cavi di rame

Questa sarebbe stata la tragica fine del 35enne, trovato morto davanti all'ex stabilimento della Cooperativa Ceramica. Con lui avrebbero agito due complici, che si sarebbero poi sbarazzati del corpo con un muletto

Morto fulminato rubando dei cavi di rame dall'ex stabilimento della Cooperativa Ceramica di Imola, in via Di Vittorio, a Casalfiumanese. Questa sarebbe stata la tragica fine del 35enne bulgaro - P.I. - trovato cadavere questa notte da un passante.

Il corpo senza vita dello straniero era ai margini della recinzione di uno stabilimento inattivo della Cooperativa. Stando a quanto riportano i carabinieri - intervenuti sul luogo - "il soggetto sarebbe morto probabilmente folgorato, durante un furto di 300 cavi di rame dello spessore di 2 cm, perpetrato insieme ad altre due persone all’interno della ditta".

Sarebbero stati proprio i complici del 35enne a sbarazzarsi del corpo trasportandolo all’esterno con un carrello elevatore. Un’ipotesi attendibile - rimarcano gli inquirenti - considerato che il muletto è stato rinvenuto in un’area diversa da quella dove era stato parcheggiato in precedenza. Proseguono le indagini dei Carabinieri per risalire all'identità dei sodali della vittima, di cui al momento non si sono perse le tracce.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Cadavere rinvenuto a Casalfiumanese: morto fulminato, rubando cavi di rame

BolognaToday è in caricamento