Cronaca Via Zena

Pianoro, è polemica al Lago dei Castori: 'Genitori rompi...ni, non è parco giochi'

Un cartello, dai contenuti decisamente espliciti e firmato 'La Direzione' è stato affisso -da tempo- in prossimità delle vasche per la pesca sportiva. Alcuni genitori: "Volevamo portare il nostro bimbo a pescare, ora andremo altrove"

Un cartello, affisso sulle sponde del laghetto, un ristorante per famiglie nelle vicinanze, dei bambini vivaci, e i pescatori, che odiano i rumori quasi come i pesci che vogliono pescare. Sono gli ingredienti di una miscela esplosiva, che è finita per essere vergata -da qualche tempo- anche sul cartello di 'benvenuto' affisso sui parapetti del Lago dei Castori, nota località di relax per pescatori amatoriali in via Zena, a Pianoro.

"Questo non è un parco giochi" recita la scritta" che prosegue in maniera molto esplicita: "Chi non è in grado di tenere a bada i propri bambini è cortesemente pregato di andare a rompere i... altrove".

Un linguaggio che ha fatto indignare -e allontanare- una coppia di genitori, intenzionata a portare il proprio figlioletto a pescare. "Domenica pomeriggio io e mio marito -si sfogano su Facebook- abbiamo accompagnato nostro figlio al Laghetto dei Castori perché voleva provare a pescare. Ed ecco il cartello che abbiamo trovato!".

Certo non un invito rivolto ai potenziali clienti, il cartello sembrerebbe di più un altolà -forse troppo colorito- rivolto alle numerose famiglie con bambini che frequentano il vicino ristorante e che, dopo pranzo, si concedono una passeggiata nel vicino -e suggestivo- laghetto.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Pianoro, è polemica al Lago dei Castori: 'Genitori rompi...ni, non è parco giochi'

BolognaToday è in caricamento