Domenica, 16 Maggio 2021
Cronaca

10 anni di LaLa McCallan, la diva bolognese che ha fatto il giro del mondo

Per lei il nuovo video di"There Must Be An Angel", una versione originale del celebre classico degli Eurythmics appena pubblicata per celebrare la carriera iniziata a Bologna e continuata sui palcoscenici di mezza Europa

La diva bolognese LaLa McCallan, il personaggio interpretato da Daniele Pacini (che lo ha creato insieme al performer canadese Stuart Lindsay) unisce un'immagine di eleganza a una vocalità straordinaria che le/gli consente di cantare in tonalità sia maschili che femminili mantenendo un distacco autoironico: oggi, al traguardo di 10 anni di carriera, LaLa "si fa addirittura in quattro".

Si fa in quattro nel suo nuovo video musicale There Must Be An Angel, una versione originale del celebre classico degli Eurythmics appena pubblicata per celebrare dieci anni di una carriera iniziata a Bologna e continuata sui palcoscenici di mezza Europa.

Perché hai scelto di pubblicare un video per celebrare i dieci anni della carriera di LaLa?

LaLa ha debuttato ufficialmente presentando un videoclip musicale  al  festival  internazionale Gender Bender che ogni anno si tiene a Bologna a fine ottobre. Era l’ormai lontano 2007, i social erano agli albori e io e Stuart, che pure avevamo alle spalle anni di esperienza nel teatro musicale, eravamo sicuramente un po’ ingenui. L’idea però ha funzionato praticamente da subito, e pochi mesi dopo abbiamo debuttato nel primo di una serie di spettacoli che ci ha visti impegnati al nostro adorato Teatro Eden (parte de I Portici Hotel in via Indipendenza) per i successivi cinque anni. Il pubblico continuava a tornare ai nostri dinner show, e si era creato un bellissimo rapporto che continua ancora oggi in occasioni speciali.

Quali sono stati i momenti più indimenticabili di questi dieci anni?

Oltre all’Eden sicuramente le bellissime feste del Carnevale di Venezia che ci hanno richiesto una performance, come l’indimenticabile Gran Ballo della Cavalchina al Teatro La Fenice. Poi è arrivata la partecipazione a Italia’s Got Talent, dalle audizioni alla finalissima davanti a otto milioni di spettatori che si sono innamorati di LaLa ma anche di Daniele e Stuart, con la storia del loro matrimonio in Canada che mi piace pensare abbia contribuito un poco a mostrare che può esistere più di un solo tipo di famiglia. Non dimentico tuttora tanti spettacoli anche nella bellissima provincia di Bologna, come quelli con la Bottega del Buonumore a Castel San Pietro Terme davanti ad un pubblico che ci ha accolti con un calore senza pari. Nel 2015-16 poi abbiamo realizzato un sogno con la tournèe olandese di uno spettacolo chiamato Cirque Stiletto 3, di cui LaLa era la co-star accanto alla leggendaria Karin Bloemen. 

Perché avete scelto proprio questo classico associato ad Annie Lennox per il nuovo video di LaLa?

La canzone mi è sempre piaciuta tantissimo, con quel suo vocalizzo iniziale indimenticabile (tra l’altro dice proprio “La La”) e la sua tessitura che ho potuto affrontare senza alterare la tonalità originale. Riascoltando il pezzo però mi sono ricordato del bellissimo controcanto lirico che accompagna la voce di Annie, e ho voluto provare a cantare anche quello, visto che da sempre mi diverto anche con il repertorio classico dei controtenori , eredi moderni dei grandi castrati barocchi come Farinelli. Nel video a cantare questa parte, che è più acuta di quella della voce principale, è proprio Daniele nei panni di una sorta di angelo evanescente, mentre  LaLa sfoggia  tre elegantissimi costumi creati appositamente. Il video è stato diretto dal nostro storico regista Fabio Fiandrini, bolognese d’adozione il cui stile sardonico ed elegante si sposa perfettamente con il nostro. Per l’arrangiamento originale del pezzo ci siamo rivolti invece a Michele Turchi, un altro musicista bolognese di grande talento che ha saputo aggiungere al brano un bellissimo accento malinconico, in un arrangiamento di cui sono veramente orgoglioso.

Come vedete i prossimi dieci anni di LaLa?

Speriamo di tornare presto al nostro pubblico dal vivo, che è l’aspetto del nostro lavoro che preferiamo in assoluto. Non c’è niente di più bello del rapporto che si crea con gli spettatori di un teatro. Ad ogni modo prima abbiamo in cantiere un altro video girato in una località straordinaria della nostra regione per un brano musicale più classico dalla bellezza straordinaria, ma per questo dovremo aspettare ancora un poco.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

10 anni di LaLa McCallan, la diva bolognese che ha fatto il giro del mondo

BolognaToday è in caricamento