Mercoledì, 23 Giugno 2021
Cronaca

Manichini scheletrici in vetrina, è bufera 'mondiale' su LaPerla: 'Non è una scelta aziendale'

Un passante fotografa un manichino un pò troppo magro in una boutique a New York. L'immagine fa il giro del mondo e fa piovere critiche sul marchio bolognese di Lingerie, ma l'azienda spiega

E' bastato pubblicare una foto di un manichino un po' troppo magro, esposto in una boutique LaPerla di Soho a New York per scatenare una bufera mondiale sull'azienda bolognese di lingerie di lusso.

"Sono datati" dice a Bologna Today un dirigente dell'azienda di via Mattei "e andavano comunque cambiati. Tengo a precisare che non si tratta di una scelta aziendale, infatti nessuno troverà quei manichini in altre parti del mondo, sono stati acquistati tempo fa dalla rete Usa".

La foto è stata scattata da un passante, Michael Rudoy, che l'ha twittata, così le "costole" hanno fatto il giro del mondo, e si torna a discutere della troppa "magrezza" nel mondo del fashion. Insorge anche un'accademia di designer e architetti: "Sull'etica nella moda diciamo nessun compromesso!"

I manichini in questione sono stati rimossi, visto che si sta procedendo a ridisegnare tutti i negozi La Perla., fa sapere l'azienda.



 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Manichini scheletrici in vetrina, è bufera 'mondiale' su LaPerla: 'Non è una scelta aziendale'

BolognaToday è in caricamento