Largo Nigrisoli, botte e furto al chiosco: lo picchiano perchè chiede di abbassare la voce

E' successo la scorsa notte al baracchino dei panini, dove un uomo ha richiesto l'intervento della Polizia dopo essere stato picchiato

Aggressione al chiosco del paninaro la scorsa notte intorno alle due, nei pressi di Largo Nigrisoli: la Polizia ha denunciato tre persone per furto e per lesioni personali aggravate. Tutto è cominciato quando un cliente del baracchino ha chiesto a tre altri avventori di abbassare le voci perchè disturbavano. 

La reazione è stata tutt'altro che collaborativa e mamma, figlio e compagno della donna si sono scagliati contro l'uomo, un catanese classe 1981, prendendolo a schiaffi, pugni e calci. Il titolare dell'attività è intervenuto per separarlo e ha ristabilito la calma. 

Poco dopo però la vittima dell'aggressione si è accorta di non avere più con sè i due cellulari, probabilmente caduti durante la colluttazione: ma i telefoni non ci sono e allora chiama il 113. All'arrivo degli agenti vengono individuati i tre (lui classe '76, lei del '70 e il figlio del '91) che sono effettivamente in possesso dei telefoni. Tutti denunciati per furto e lesioni aggravate, per i due uomini anche un foglio di via, che la madre aveva già avuto ma al quale è stata inottemperante. 

Sul posto anche il 118 per le lievi ferite della vittima. 



 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Lizzano, trovato in un bosco lungo fiume: morto snowboardista 59enne

  • Musica a tutto volume nel condominio, i carabinieri gli staccano la luce

  • Perdita d'acqua in via Indipendenza, negozi allagati e disagi al traffico | VIDEO - FOTO

  • Diodato canta a sorpresa "Fai rumore" sotto i portici di via Oberdan

  • Via de Carolis: esalazioni sulle scale, palazzina evacuata e dieci intossicati

  • Incidente a Castenaso: scoppia una gomma, schianto frontale e due feriti

Torna su
BolognaToday è in caricamento