menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Lavoratori Fiera, da oggi scatta lo 'sciopero della divisa'

Le maestranze a rischio indosseranno, al posto dell'abbigliamento consueto, la maglietta della vertenza durante le giornate di lavoro

I lavoratori a rischio di Bologna Fiere, dopo la clamorosa protesta andata in scena ai cancelli del Cosmoprof, annunciano che da oggi lavoreranno con la maglietta ufficiale della protesta, lanciando lo 'sciopero della divisa'. La protesta prenderà forma a partire dall' expo di Mondo Creativo Spring.

"Da oggi -si legge nel comunicato- viene proclamato lo sciopero della divisa: l’invito dei delegati è ad indossare invece, per chi ne è in possesso, la nostra maglietta “meno123”. Egregi signori -scrivono i lavoratori all'indirizzo del Cda della Fiera-  pur riconoscendo la vostra disponibilità a proseguire il confronto a chiusura della “Fiera del Libro per ragazzi” con la convocazione ricevuta per il giorno 6 aprile, a cui confermiamo comunque la nostra partecipazione, per procedere con la trattativa in corso, ci vediamo costretti, nostro malgrado, a confermare lo stato di agitazione comunicatovi il giorno 8 marzo".

Le motivazioni dello sciopero della divisa ssarebbero da ricondurre a "atti palesemente ritorsivi ed intimidatori" della dirigenza nei confronti delle rappresentanze dei protestanti, e in particolare "il provvedimento disciplinare nei confronti della segretaria del Consigli di azienda nell’espletamento delle proprie funzioni sindacali" così come "la conferma che la gestione/vendita degli Annual per la “Fiera del Libro per ragazzi” è stata tolta ai dipendenti di cassa quindi esternalizzata a favore delle librerie Stoppani, nonostante il Consiglio dei Delegati d’Azienda abbia chiesto il rispetto del contratto".

Infine "la frettolosa assunzione di personale a tempo determinato, allo scopo di sostituire i dipendenti in sciopero il giorno 17 marzo, mancante dell’osservanza delle clausole previste nel protocollo di salute e sicurezze sul lavoro" e "la gravità dell’esclusione di alcuni lavoratori a tempo determinato, già da anni operanti in grosse manifestazioni quali la fiera del libro, a nostro avviso mirata, a seguito della loro adesione allo sciopero di venerdì 17".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Nuovo Dpcm, seconde case e nuove regole: tutte le risposte

social

Oggi è il Blue Monday: il giorno più triste dell'anno

Benessere

I 5 DPI più efficaci per contrastare il Covid-19

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • social

    Chioschi a Bologna e provincia: la nostra mini guida

  • social

    Ricette antifreddo: la Zuppa boscaiola

Torna su

Canali

BolognaToday è in caricamento