Motor-Show: sorpresi lavoratori in nero. Licenze sospese per 4 ditte

9 mila euro di multa e licenza sospesa questa la sanzione per le aziende trovate irregolari alla manifestazione fieristica perchè utilizzavano allestitori di stand senza contratto lavorativo

Una ventina di lavoratori 'in nero' sono stati scoperti dai carabinieri al Motorshow, che apre ufficialmente i battenti sabato al quartiere fieristico di Bologna. Il controllo ha portato alla sospensione della licenza per quattro aziende e a multe per 9.000 euro. A scoprire le irregolarità sono stati ieri i militari del Comando Provinciale e del nucleo Ispettorato del Lavoro dell'Arma, insieme a tecnici della Direzione Territoriale del Lavoro. Questo tipo di ispezione - spiega una nota dei carabinieri - rientra nel protocollo d'intesa tra Ministero della Difesa, Comando Generale dell'Arma e Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali, per verificare la tutela contrattuale e la sicurezza sul lavoro delle maestranze, impiegate per le operazioni di montaggio e allestimento degli stand che verranno utilizzati per l'importante manifestazione. Durante il sopralluogo sono stati controllati, in particolare, sei padiglioni fieristici e 143 lavoratori, dei quali 35 extracomunitari.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Sono state rilevate irregolarità per sette delle 64 imprese ispezionate, con l'applicazione complessiva di 9.000 euro di sanzioni amministrative. Tra gli operai, 22 sono risultati impiegati 'in nero', e di questi 14 sono cittadini extracomunitari in possesso di regolare permesso di soggiorno. Per le quattro ditte che li facevano lavorare senza contratto è scattata una 'sospensione dell'attività imprenditoriale'. Il provvedimento -spiegano i carabinieri- è immediatamente operativo e verrà revocato soltanto dopo l'effettiva regolarizzazione delle maestranze ed il pagamento per ciascun datore di lavoro della sanzione amministrativa di 1500 euro. Visto il volume delle forze lavoro impiegate in fiera - conclude la note dell'Arma - il risultato dell'attività rileva comunque un contesto in cui non emergono situazioni diffuse di irregolarità.
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Nicoletta Mantovani sposa il suo Alberto: "Matrimonio a Bologna, in una chiesa speciale per me"

  • Coronavirus Emilia-Romagna, aumento contagi: +41, a Bologna 12

  • Schianto in tangenziale tra camion e auto: morto vigile del fuoco

  • Tir fermo in autostrada, camionista trovato morto

  • Coronavirus, direttore Microbiologia Sant'Orsola: "Virus muta, autunno incerto"

  • Coronavirus Emilia-Romagna: +37 positivi, nel Bolognese 14

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
BolognaToday è in caricamento