rotate-mobile
Sabato, 22 Giugno 2024
Cronaca

Lavori tram: "Non esistono solo i commercianti, immobili svalutati fino al 50%"

I dati emersi dalla ricerca non sono confortanti per le compravendite e per le locazioni: rumori, difficoltà di spostamento, modifiche al traffico e la potenziale speculazione al ribasso

"Dopo la fine dei lavori per la realizzazione del tram, gli immobili presenti sul percorso del tram subiranno una svalutazione media del 20% per i valori della compravendita e del 30% per i valori delle locazioni". Lo rende noto Confabitare - Associazione Proprietari Immobiliari che riporta i dati di una ricerca condotta in città e lamenta l'esclusione dei proprietari immobiliari dal "recente processo decisionale riguardante il passaggio del tram. “Un approccio più inclusivo consentirebbe al Comune di ottenere un quadro più completo delle diverse opinioni e preoccupazioni presenti nella nostra comunità”, ha commentato Alberto
Zanni, presidente nazionale di Confabitare.

"Limitarsi a consultare solo le associazioni dei commercianti potrebbe portare a una visione parziale della situazione, concentrata principalmente sugli aspetti economico-commerciali - continua Zanni - È fondamentale considerare anche gli impatti sociali, l'equilibrio della qualità della vita dei residenti nella zona interessata e gli aspetti economici relativi al valore degli immobili. Un palazzo che ospita attività commerciali al piano terra e diverse decine di appartamenti di proprietà al di sopra, richiede un approccio olistico e inclusivo. È essenziale coinvolgere tutte le parti interessate e ascoltare attentamente le diverse prospettive - osserva il presidente -. Noi stiamo comunque lavorando per i nostri associati proprietari di appartamenti situati nelle vie di passaggio del tram”.

Il Comune infatti ha disposto un contributo di 5 mila euro per progetti di riqualificazione (destinato alle attività commerciali più danneggiate dai cantieri) e un secondo per attività di marketing territoriale, sconto del 100% del Canone unico patrimoniale e del 50% della Tari (per tutta la durata dei cantieri e per i successivi 120 giorni), spazi alternativi per i dehors in deroga al regolamento e l’istituzione di un osservatorio che monitori la situazione con tutti i soggetti coinvolti.

Confabitare chiede di essere inserita nella cabina di regia che seguirà tutti i lavori della messa in opera della tramvia per tutelare i proprietari immobiliari e "che venga istituito un fondo di garanzia per i
danni causati ai proprietari immobiliari e che i proprietari vengano risarciti attraverso sgravi fiscali".

Le cause principali di questo calo del mercato immobiliare sono date dallo "sconvolgimento del piano del traffico e dalle maggiori difficoltà a raggiungere quelle zone, e alcuni tratti di strada saranno addirittura chiusi al traffico - si legge nella nota - Altre cause sono il rumore conseguente al passaggio del tram, le vibrazioni causate dal tram che vengono trasmesse agli immobili e
la carenza dei parcheggi e posti auto che saranno eliminati per fare spazio alle rotaie del tram. Inoltre, i pedoni avranno difficoltà ad attraversare le strade, a causa degli impedimenti delle zone protette per il tram - quindi invita l'amministrazione - a considerare attentamente l'impatto che la realizzazione del tram sta avendo sul mercato immobiliare della città e a prendere provvedimenti per mitigare gli effetti negativi sulla proprietà immobiliare ed le esorta a considerare i proprietari immobiliari nel processo decisionale e fornire maggiori informazioni e trasparenza ai proprietari di immobili, affinché possano prendere decisioni informate sul futuro delle loro proprietà".

La ricerca dell'Osservatorio Immobiliare e Centro Studi Confabitare

Secondo i risultati della ricerca, la realizzazione del tram sta avendo un impatto significativo sul mercato immobiliare della città.
“Come presidente di Confabitare, sono profondamente preoccupato per i risultati della ricerca condotta dall'Osservatorio Immobiliare e dal Centro Studi di Confabitare - commenta Zanni - perché lo sconvolgimento del piano del traffico contribuirà a creare un clima di incertezza e preoccupazione tra i proprietari immobiliari e la speculazione al ribasso porterà a conseguenze gravissime per la sicurezza delle persone e la reputazione del quartiere, che si riversano nuovamente sul mercato”.

Dopo la fine dei lavori per la realizzazione del tram, gli immobili presenti sul percorso del tram subiranno una svalutazione media del 20% per i valori della compravendita e del 30% per i valori delle locazioni, rivela l'associazione: "Ciò comporterà anche un allungamento significativo dei tempi di realizzazione per i proprietari che vogliono vendere o affittare le loro abitazioni. Si prevede che per locare un appartamento ci
vorranno circa sei mesi e fino a 12 mesi per poterlo vendere. Durante tutto il periodo dell'apertura dei cantieri, la svalutazione degli immobili per quanto riguarda la compravendita potrebbe raggiungere punte negative anche del 50%". 

Confabitare si preoccupa anche per il possibile rischio di speculazione al ribasso: "In questa dinamica, i proprietari immobiliari potrebbero trovarsi in difficoltà nel vendere le loro proprietà e potrebbero ricevere offerte ancora più basse da speculatori interessati a sfruttare la situazione. Questa speculazione potrebbe portare a un deterioramento del valore degli immobili e potrebbe avere implicazioni sociali indesiderate com’è già successo. È possibile che, in alcuni casi, gli immobili vengano acquistati da terzi che potrebbero destinarli a usi non conformi o non desiderabili come l'utilizzo improprio da parte di una certa fascia di
extracomunitari o come luoghi di attività legate alla prostituzione".

Per l'associazione però non si tratta solo di considerare il valore di una proprietà, ma anche "l'impatto negativo sulla comunità e sulla qualità della vita degli abitanti". 

La ricerca di Confabitare riguarda anche gli immobili commerciali per i quali si prevede una svalutazione del 40/45% del valore della compravendita e con tempi di realizzazione che arriveranno fino a 36 mesi. Questo è dovuto al forte calo del fatturato delle attività commerciali. Stessa riduzione del 40% anche per i locali destinati a uffici o studi professionali.

Cantiere tram e torrente Ravone: al via i lavori. Modifiche al traffico e bus deviati

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Lavori tram: "Non esistono solo i commercianti, immobili svalutati fino al 50%"

BolognaToday è in caricamento