rotate-mobile
Lunedì, 22 Aprile 2024
Cronaca Centro Storico / Via Ugo Bassi

Via Rizzoli e Ugo Bassi chiuse per 10 mesi: per il più grande cantiere aperto dal Dopoguerra

Al via in febbraio i lavori di rifacimento del manto stradale (e non solo) in via Ugo Bassi e via Rizzoli. Ma i disagi inizieranno già nella prima metà di gennaio

Dopo 5 lunghi mesi i lavori in Strada Maggiore volgono al termine (a dicembre la riapertura al traffico), nel frattempo un nuovo maxi cantieri si accinge a partire. Avanza così il progetto BOBO, partito proprio dal cuore della via Emilia che ha da poco compiuto 2200 anni. Ora il Comune di Bologna e Tper si stanno per lanciare in un'impresa assai impegnativa.

A febbraio, infatti, inizieranno i lavori di rifacimento del manto stradale (e non solo) in via Ugo Bassi e via Rizzoli. "Sarà il più grande cantiere aperto a Bologna dal Dopoguerra. I bambini di oggi lo racconteranno ai loro nipoti", dice il sindaco Virginio Merola, anticipando alcuni dettagli del progetto.

I disagi inizieranno il 12 gennaio, data che segnerà l'avvio di una serie di opere propedeutiche in modo tale da non dover più intervenire una volta terminata la ripavimentazione. In questa fase, spiega il Comune, le due strade non saranno chiuse, ma ci saranno restringimenti della carreggiata, modifiche ai sensi di marcia e anche gli autobus subiranno delle deviazioni.
Il 2 febbraio via Ugo Bassi e via Rizzoli saranno chiuse al traffico. E lo rimarranno per i successivi dieci mesi. L'amministrazione e Tper si sono prese l''impegno di chiudere i lavori entro l'8 dicembre dell'anno prossimo. "Serviranno a rifare il cuore della città. Le due strade saranno ripavimentate e le aree pedonali saranno allargate", spiega Merola, confermando anche che anche via Ugo Bassi sarà lastricata con i basoli, tornando "all'antico splendore".

"Sappiamo - mette le mani avanti l'amministrazione locale - che  questo comporterà comunque disagi per cittadini, residenti e imprese  della  zona: per questo stiamo valutando nei dettagli le soluzioni per andare incontro il più possibile alle esigenze di tutti e dare risposte concrete. Abbiamo incontrato le associazioni di categoria e continueremo la nostra esplorazione lungo tutto il mese di novembre, parlando con le realtà coinvolte".  Inoltre,  per  poter  contattare il maggior numero possibile di residenti  e  commercianti, gli incaricati del comune distribuiranno nei prossimi giorni  in  buchetta  e  nei  negozi  un  questionario  utile a raccogliere informazioni di dettaglio ed esigenze specifiche. Sarà possibile compilarlo anche  on  line.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Via Rizzoli e Ugo Bassi chiuse per 10 mesi: per il più grande cantiere aperto dal Dopoguerra

BolognaToday è in caricamento