menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Coronavirus e lavoro, sindacati di base: "Regione ci ascolti, e serve reddito di quarantena"

In una nota congiunta tutte le sigle del sindacalismo di base convergono su una serie di punti. "Tenere in considerazione che non esistono solo i lavoratori dipendenti, ma anche precari, co.co.co. e autonomi"

"Non è possibile né possiamo accettare di vederci relegati alla mera sfera informativa e “di tribuna”. E' il duro sfogo dei sindacati di base, dopo il confronto con il tavolo di crisi a distanza con la Giunta della Regione di fine marzo, sulle misure da applicare per il contrasto alla crisi economica per coronavirus nei settori lavorativi del terzo settore, della logistica, turismo e spettacolo.

E così, con una nota congiunta a firma Usb, Adl Cobas, Si Cobas e Sgb, i delegati si chiedono come mai "le reali occasioni di confronto e contrattazione finora istruite dalla Regione attraverso i Tavoli di crisi abbiano erroneamente ignorato la reale rappresentatività che le scriventi organizzazioni sindacali esprimono sul piano regionale, in molti settori e ambiti lavorativi pienamente colpiti dall'attuale emergenza sanitaria ed economica.

La lettera, indirizzata all'Assessore al Lavoro Vincenzo Colla e la vicepresidente con delega al Welfare Elly Schlein, e all'assessore ai trasporti Raffaele Donini, reintroduce un fitto elenco di punti sulle modifiche das apportare a quanto già disposto -come l'anticipo creditizio- mentre si torna a ribadire l'introduzione di un vero e proprio reddito di emergenza, ribattezzato "reddito di Quarantena".

Questi i temi della piattaforma:

- Ammortizzatori sociali per il lavoro dipendente (CIGO-FIS-CIGD): no alla limitazione della possibilità di anticipazione da parte delle aziende (p.es.
del FIS, art. 19 DL. 18/2020); revisione dell'accordo con ABI per l'anticipazione creditizia da applicarsi solo ove l’aziende non possono garantirla per motivi di comprovata crisi, garantendo costo zero per il lavoratore ed a copertura totale; erogazione ANF anche in caso di FIS; abolizioni massimali per erogazione 80% reale.

- Reddito di "quarantena" di base: individuazione dispositivi di reddito garantito per tutte le forme di lavoro non destinatarie degli attuali ammortizzatori sociali, anche straordinari, caratterizzate da universalità e non condizionabilità al lavoro, attraverso l'estensione dell'attuale Reddito di Cittadinanza da rendere poi strutturale;

- Lavoratori intermittenti: modifica indirizzo INPS (espresso nella circ. n. 47/2020) per riconoscimento della CIGD ed estensione del periodo media di calcolo a 12 mesi;

- Settore attività produttive e servizi: blocco dei licenziamenti ben oltre il 16/05 p.v. (come previsto dal DL. 18/2020), almeno fino alla durata dell'emergenza nazionale; revisione del meccanismo di blocco delle attività non fondamentali, controllo delle deroghe e riduzione al minimo dell'attività nelle aziende aperte (soprattutto industria e logistica).

- No alla riduzione del servizio Tpl e ferroviario.

- Garantire adeguate ed efficaci condizioni di salvaguardia della salute e della sicurezza per il personale al lavoro, a partire da quello sociosanitario e delle aziende servizi alla persona (servizi domiciliari, strutture residenziali anziani e disabili, case di riposo, CAS/Sprar, Centri per senza dimora, etc) e relativa utenza, attraverso l'individuazione di chiari Protocolli sanitari che prevedano un test di screening con tampone obbligatorio Covid-19 (per tutti/e) e DPI certificati, con assicurazione della relativa fornitura, per tutti gli operatori e le operatrici in servizio presso le strutture ancora attive, e verifica diretta dell’Unità di crisi congiuntamente a RLS/RSU/RSA/ delle reali condizioni sanitarie nei luoghi di lavoro;

- Urgente convocazione tavolo tecnico con coinvolgimento Assessorato Salute;

- Assunzioni a tempo indeterminato di personale sanitario e socio-sanitario dalle graduatorie vigenti.

- Estensione dell'art. 48 del DL. “Cura Italia” a tutti gli appalti per i servizi pubblici e garanzia del pagamento al 100% per il personale impiegato;
- Abrogazione art 9 D.L. n. 14/2020 sull'obbligo al lavoro domiciliare per i servizi di integrazione scolastica sospesi;
- Avvio del processo di re-internalizzazione dei servizi e del personale.

-Lavoratori in P. Iva, Co.co.co e stagionali (settore Turismo): fermo restando l'obiettivo di estendere strutturalmente il Reddito di cittadinanza in forma universale e incondizionata, da subito:

- innalzamento Bonus (artt. 27-28-29-38 DL. 18/2020) e semplificazione delle procedure, con rinnovo automatico almeno fino al 31 Luglio 2020 (durata Emergenza nazionale);
- per gli impiegati nelle imprese turistiche annuali in crisi a causa dell’emergenza COVID-19, riconoscimento pieno della C.I.G. in deroga e FIS.

- Garanzia di sostegno al redditto per tutti gli addetti del settore, indipendentemente dalla forma contrattuale;
- Legge di riforma degli ammortizzatori nel settore dello spettacolo a partire dal

- Moratoria del pagamento degli affitti e delle utenze sulla prima casa, con riconoscimento della “morosità incolpevole da Covid-19” per riduzione o perdita di reddito/impossibilità

- Stanziamento straordinario di risorse adeguate "Fondo sociale per l'affitto";
- Moratoria sugli sfratti da estendere oltre il 30 settembre 2020;
- Riduzione dei contributi di locazione per gli alloggi ERP;
- Blocco mutui prima casa stipulati fino a marzo 2020.

Farmaci e spesa a casa, aiuti alimentari, supporto anziani e persone fragili: servizi attivi e numeri utili

Coronavirus Bologna e provincia, bollettino 2 aprile: i dati comune per comune

Coronavirus Emilia Romagna, bollettino 2 aprile: +546 contagi, si contano ancora 79 morti

Malati di tumore, il Covid non ferma Ant: "Aumento di richieste, noi alleggeriamo la sanità pubblica" 

Coronavirus Emilia Romagna, bollettino 1° aprile: 713 nuovi contagi, altri 88 morti

Coronavirus Bologna e provincia, bollettino 1° aprile: i dati comune per comune

Coronavirus, ecco i buoni spesa del Comune: da 150 e 600 euro, si richiedono dal 2 aprile

Coronavirus, nel reparto di terapia intensiva del Sant'Orsola: "L'emergenza continua" | VIDEO

Coronavirus, bimbo nato da mamma positiva. Intervista al neonatologo Fabrizio Sandri

Coronavirus, studio all'Alma mater: "La luce in fondo al tunnel forse dopo Pasqua"

VIDEO | Cure casa per casa: "Il piano funziona, se avete febbre aspettateci" 

Coronavirus e consegne a domicilio: segnala a BolognaToday la tua attività!

Mappa interattiva coronavirus: casi, incidenza per provincia, dati terapia intensiva

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

SuperEnalotto, la fortuna bacia Bologna: centrato un '5'

Salute

Covid19, vaccini dal medico di base: quello che c'è da sapere

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • WeekEnd

    I 10 eventi da non perdere questo weekend

  • Attualità

    Imola, McDonald’s e Fondazione Ronald McDonald donano pasti gratis

Torna su

Canali

BolognaToday è in caricamento