Cronaca

Patto per il lavoro Curia-Comune: il bilancio dell'anno

Qualche soddisfazione arriva nonostante la crisi: oltre 300 inserimenti, un quinto si trasformano i posti a tempo indeterminato

foto di repertorio

Bilancio positivo, in chiusura del 2020, per il progetto Insieme per il lavoro nato dalla collaborazione tra Comune, Città metropolitana e Arcidiocesi di Bologna con il coinvolgimento di associazioni, sindacati e settore non profit: sono 336 gli inserimenti effettuati nel corso di questo anno rispetto ai 293 del 2019, mentre il tasso di conversione dei contratti a tempo indeterminato è passato dall'11% al 23%.

Risultati raggiunti "nonostante la crisi generata dalla pandemia di Covid-19", sottolinea la Città metropolitana in una nota. Le aziende del territorio che a vario titolo collaborano con il progetto sono ad oggi 252; di queste, 101 hanno aderito formalmente al Board delle imprese.

"Grazie all'accompagnamento e al sostegno alle persone da un lato e alla stretta collaborazione con le aziende dall'altro- scrive Palazzo Malvezzi- Insieme per il lavoro ha fino ad oggi favorito complessivamente 807 inserimenti lavorativi sull'intero territorio metropolitano".

Per il 2021, poi, "si prevedono ulteriori azioni per favorire il reinserimento lavorativo di persone in difficoltà", continua la nota: "In particolare nell'ambito del neonato Fondo sociale di comunità, Insieme per il lavoro riceve un'ulteriore spinta con un finanziamento pari a un milione di euro destinato a rispondere alla crisi della pandemia".

Infine, Palazzo Malvezzi ricorda che Insieme per il lavoro "è un progetto con approccio sistemico a scala metropolitana, per questo ritiene di fondamentale importanza, per il raggiungimento della sua mission, il coinvolgimento delle amministrazioni di tutto il territorio metropolitano".
(Pam/ Dire)

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Patto per il lavoro Curia-Comune: il bilancio dell'anno

BolognaToday è in caricamento