rotate-mobile
Cronaca

Lavoro, cuochi e addetti pulizie mense scolastiche protestano a Bologna

Flash mob mercoledì 24 giugno alle 10 in piazza Liber Paradisus

Lavoratrici e lavoratori delle mense e pulizie scolastiche e aziendali in piazza anche a Bologna. Per denunciare una situazione che li vede agli sgoccioli con gli ammortizzatori sociali, senza prospettiva di un lavoro d'estate e con l'enorme incognita della ripresa a settembre, il 24 giugno andranno a manifestare con un flash mob e presidio dalle 10 in piazza Liber Paradisus.

Lo faranno dopodomani, nell'ambito della giornata di mobilitazione nazionale voluta, in concomitanza con la discussione per la conversione del dl Rilancio, "per dare una voce e un volto a persone e famiglie da mesi senza reddito". Sono appunto senza reddito da oltre tre mesi non solo a causa dell'indisponibilità di numerose imprese a dare l'anticipo dell'assegno ordinario, "ma anche per il grave ritardo nella liquidazione dell'indennità da parte dell'Inps".

Inoltre, molti addetti del settore che svolge servizio di ristorazione scolastica "vedranno sospesi i loro contratti di lavoro a giugno, con la fine dell'anno scolastico, per riprendere con l'inizio del prossimo, rimanendo per questi mesi senza retribuzione, senza ammortizzatori e senza possibilita' di ricercare una nuova temporanea occupazione preclusa dagli effetti della crisi in atto".

A elencare i problemi sono Filcams-Cgil, Fisascat-Cisl e Uiltucs-Uil sollecitando la copertura degli ammortizzatori sociali "emergenza Covid-19" per 27 settimane, come prima misura di aiuto. Serve però anche la certezza della ripresa a settembre dell'anno scolastico con il servizio di mensa scolastica che riparte "contestualmente alla didattica". In piazza ci saranno anche gli operatori delle delle mense e pulizie del settore privato, anche loro senza ammortizzatori. (Dire)

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Lavoro, cuochi e addetti pulizie mense scolastiche protestano a Bologna

BolognaToday è in caricamento