rotate-mobile
Martedì, 21 Maggio 2024
Cronaca Castel Maggiore

L’azienda lo sospende perché "inadeguato", lui vince la causa e riottiene il lavoro

Lo ha deciso il Tribunale di Bologna: la Corradi, azienda di Castel Maggiore, costretta a revocare il provvedimento

In seguito alle limitazioni imposte dal medico competente, era stato giudicato come inidoneo al lavoro. Lui, invece, si è rivolto al Tribunale di Bologna, ottenendo l’annullamento del provvedimento ordinato dall’azienda lo scorso ottobre che lo sospendeva dal lavoro e dalla retribuzione. L’azienda è la Corradi di Castel Maggiore, la quale si era opposta al ricorso "sostenendo che le limitazioni prescritte dal medico competente erano tante e tali che non era ragionevolmente ravvisabile nessun'altra mansione nella quale il lavoratore potesse essere, anche temporaneamente, ricollocato". Niente da fare: come riportato dall'agenzia Dire, la giudice del lavoro Chiara Zompi ha ordinato l’immediato reintegro del lavoratore che aveva impugnato la scelta aziendale assieme alla Fim-Cisl e i legali Livio Mercatante e Carmen Saccà. “Sussiste l'obbligo della previa verifica, a carico del datore di lavoro, della possibilità di adattamenti organizzativi ragionevoli nei luoghi di lavoro" ha sostenuto la giudice Zompi. Nello specifico caso del lavoratore, un addetto all'assemblaggio di lamelle, “sarebbe stata sufficiente l'adozione di un ausilio meccanico al sollevamento e il costo di questa soluzione non avrebbe comportato, per il datore di lavoro, un sacrificio eccedente i limiti delle tollerabilità, anche considerato il fatturato annuo dell'azienda", riferisce il sindacato Fim-Cisl.

Ora il reintegro che “giustamente restituisce al lavoratore il proprio ruolo in azienda. Siamo riusciti a tutelarlo prontamente lavoratore e ad evitare che si perpetrasse una grave ingiustizia" commenta Emilio Vincenzi, delegato Fim-Cisl dell’area metropolitana bolognese.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

L’azienda lo sospende perché "inadeguato", lui vince la causa e riottiene il lavoro

BolognaToday è in caricamento