Mercoledì, 16 Giugno 2021
Cronaca Centro Storico / Piazza Maggiore

Tensioni in piazza Maggiore fra Lega e Asia. Facci e Bernardini respinti: "Fuori i fascisti"

Un gazebo della Lega Nord contro l'occupazione del cortile comunale da parte di Asia da luogo a uno scontro a suon di slogan fra i consiglieri di opposizione e gli occupanti

Momenti di tensione stamattina davanti a Palazzo d'Accursio, dove la Lega Nord ha organizzato un piccolo presidio contro l'occupazione del cortile del comune da parte di Asia: "Liberiamo il Comune, Bologna ai bolognesi" lo slogan condiviso dei consiglieri comunali Manes Bernardini (Lega Nord) e Michele Facci (Forza Italia), entrambi respinti all'ingresso da altri slogan del tipo: "Fuori i fascisti dal Comune!"

La situazione è assolutamente sotto controllo, anche grazie alla presenza delle forze dell'ordine, ma un attimo di tensione, fra urla e provocazioni c'è stato: Bernardini ha perso l'equilibrio ed è caduto a terra, senza conseguenze. E' da due giorni che le tende e gli striscioni di Asia/Usb occupano pacificamente il cortile d'onore di Palazzo d'Accursio per chiedere di riavere luce e acqua negli stabili occupati ex scuole Ferrari ed ex clinica Beretta.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tensioni in piazza Maggiore fra Lega e Asia. Facci e Bernardini respinti: "Fuori i fascisti"

BolognaToday è in caricamento