Regionali, Lega insiste sul tema sanità: "Pronte 300 segnalazioni"

Dopo l'assaggio di ieri in Tv il Carroccio spinge ancora sul tasto dei presunti disservizi nel sistema sanitario regionale

La battaglia elettorale cominciata ieri sera durante il faccia a faccia su Raitre continua nelle aule dell'Assemblea legislativa regionale. Ed è la Lega a sfidare Stefano Bonaccini sulla sanità, invitando il governatore uscente a rispondere a 300 interrogazioni sul altrettanti presunti malfunzionamenti del servizio sanitario regionale.

"Prima di continuare a raccontare ai cittadini la 'favola' della sanità emiliano-romagnola, cenerentola del paese- afferma il consigliere regionale della Lega Daniele Marchetti- il governatore uscente, Stefano Bonaccini, risponda a queste 300 interrogazioni".

Marchetti questa mattina ha fatto protocollare 300 atti ispettivi, a sua firma, nei quali denuncia e chiede chiarimenti "su disservizi sanitari denunciati al Carroccio", nell'ultimo periodo, dai cittadini: sono gli stessi documenti portati ieri sera in diretta tv da Lucia Borgonzoni.

"Ci sono tante mancanze e disservizi che portano disagi ai cittadini", sostiene Marchetti. "Bonaccini e il Pd vogliono far credere che tutto funzioni perfettamente ma, invece, gli aspetti negativi sono purtroppo tanti. Parliamo delle agende chiuse, delle liste di attesa con tempi improponibili o ancora di cittadini costretti a fare anche un'ora e più di auto per fare alcune visite specialistiche.

Con Lucia ci siamo spesso confrontati su come risolvere questi disagi e crediamo che ci siano gli spazi per migliorare ancora di più il nostro servizio sanitario. Noi, come Lega- conclude il consigliere- siamo pronti a fare la nostra parte e ad impegnarci sempre di più per dare risposte concrete e soprattutto rapide a tutti i cittadini". (Bil/ Dire)

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, bollettino 24 novembre: +2.501, per la prima volta flessione sui contagi settimanali

  • Il Covid fa la sua prima vittima fra i sanitari del S.Orsola: morto a 59 anni l'infermiere Sergio Bonazzi

  • Coronavirus Emilia-Romagna: il virus picchia duro, nell'imolese morto un 45enne

  • Siglata nuova ordinanza. Riaperture negozi, corsi e lezioni di ginnastica a scuola: ecco cosa cambia

  • Dati Covid confortanti: l'Emilia-Romagna verso la zona gialla (ma non subito)

  • Mangia la pizza e finisce in ospedale con un filo metallico nell'esofago: due denunce

Torna su
BolognaToday è in caricamento