menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

'Colata di Idice', Legacoop risponde al sindaco: 'Pronti a confronto'

La cooperativa si dice pronta a riprendere il dialogo con il Comune di San Lazzaro e sollecita il sindaco ad indicare una sede per il confronto. Così dopo che Conti aveva sbottato: 'Chieste proposte alternative, arrivati infondati solo ricorsi milionari'

Legacoop conferma di essere pronta a riprendere il dialogo col Comune di San Lazzaro per il progetto di costruzione edilizia ad Idice. Con poche righe di nota la Lega delle cooperative sollecita, però, il sindaco Isabella Conti (che ha stoppato la cosiddetta "colata", dopo aver denunciato presunte minacce per non osteggiare il piano) ad indicare una sede per il confronto.

"Si registra- si legge nella nota di Legacoop- la disponibilità dell'amministrazione comunale di San Lazzaro di Savena, comunicata a mezzo stampa, di valutare progetti alternativi presentati dai promotori del Poc di Idice, ora decaduto". Ora, prosegue il comunicato, "è auspicabile che l'amministrazione comunale di San Lazzaro di Savena indichi una sede per la ripresa del confronto, come già più volte sollecitato, e per conoscere dettagliatamente gli indirizzi dell'amministrazione comunale sui quali elaborare i progetti".

Così dopo che la sindaco anti-cemento ieri, attraverso una nota, ha strigliato le imprese di costruzione, che dopo lo stop al progetto hanno fatto ricorso al Tar presentando una richiesta di risarcimento danni milionaria a carico del Comune.
Per la  prima cittadina sanlazzarese si tratta di "ricorsi infondati', inquanto,  "nella corretta ponderazione dell’interesse pubblico - aveva precisato Conti -  il Comune di San Lazzaro ha avviato un percorso di decadenza che ha impiegato oltre due mesi per compiersi. Il Comune ha atteso proposte alternative, non sono pervenute, così come non pervennero le dovute fideiussioni". insomma, aveva poi sbottato: "Ad oggi, nulla è pervenuto, se non infondati ricorsi milionari. Di proposte reali, scritte nero su bianco, il Comune è ancora in attesa." 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BolognaToday è in caricamento