Sì alla legge contro omotransfobia, il presidente del Cassero: "Primo passo, ma amaro in bocca per la discussione violenta"

INTERVISTA a Giuseppe Seminario. "Interventi alla Camera violenti e offensivi, al Senato la strada sarà più tortuosa"

Applausi ma anche bavagli e proteste alla Camera dei Deputati ieri, dopo che il presidente Roberto Fico ha dato lettura dei voti (265 sì e 193 no) che hanno decretato l'approvazione della Legge contro l’omotransfobia, la misoginia e l’abilismo (atteggiamento discriminatorio nei confronti delle persone con disabilità - ndr). 

Bologna Today a poche ore dal sì a Montecitorio ha raggiunto telefonicamente il presidente del Cassero, Giuseppe Seminario: "Siamo molto contente, anche se resta l'amaro in bocca per gli interventi in aula, violenti e offensivi". 

Franco Grillini: "Una buona giornata per la collettività lgbt"

La votazione in Senato sarà "una strada tortuosa - continua Seminario - sia per la maggioranza risicata che per la presenza di senatori come Simone Pillon per capirci, quindi sarà difficile da affrontare anche dal punto di vista emotivo".

Questa legge vi soddisfa o manca di qualche punto?

"Nessuna legge è perfetta, questa fotografa uno stato dell'arte ed è frutto di un compromesso politico. Si tratta di un'estensione della legge Mancino (25 giugno 1993, n. 205 - ndr), è stato fatto un lavoro sia sul penale, sia su interventi nell'ambito culturale. Infatti la discussione forte c'è stata in merito all'ora contro le discriminazioni a scuola in occasione del 17 maggio, giornata contro l'omolesbobitransfobia. Parlano di legge liberticida, infatti alla Camera hanno gridato 'libertà', solo un elemento per disinnescare la votazione, che arriva da destra, ma anche da alcuni del centro-sinistra" conclude Seminario "si tratta di un pimio passo verso una società più inclusiva e accogliente". 

31 anni, laurea in Cinema e attivista nel circolo dal 2012, Seminario precedentemente ricopriva il ruolo di vicepresidente del circolo bolognese. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, bollettino 24 novembre: +2.501, per la prima volta flessione sui contagi settimanali

  • Emilia-Romagna verso la zona gialla, Donini: "Aspettiamo una settimana"

  • Coronavirus Emilia-Romagna: il virus picchia duro, nell'imolese morto un 45enne

  • Martina stroncata dal covid a 21 anni: "La conoscevo da sempre... usiamo meno leggerezza d'ora in avanti nel parlare della malattia"

  • Nuova ordinanza regionale: confermate le misure, altre attività aperte nei prefestivi

  • Covid Bologna ed Emilia-Romagna, il bollettino: l'epidemia rallenta, ma ci sono 50 morti

Torna su
BolognaToday è in caricamento