Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Coronavirus, lezioni di meccanica 'aumentate' alle Aldini: "Big Packaging ci stanno" | VIDEO

Il progetto con E.On Reality Italia ruota attorno alla piattaforma 'Creator Avr' e vuole spalancare ai ragazzi le porte dei sistemi di realtà aumentata e realtà virtuale

 

Il protagonista qui non è più il professore che fa lezione, ma il professore con l'alunno, che può essere in classe o anche distante. Sono due soggetti attivi adesso, non più un soggetto attivo e uno passivo. "Anche la valutazione diventa più autentica, in questo modo, e quindi ora ampliamo la didattica e quindi la programmazione".

Coinvolgendo i big della packaging valley e non solo: "Spero che tutte le aziende meccaniche del territorio possano partecipare anche coi loro fondi. Per loro è molto importante 'tornare', del resto. Sono sicuro che entro un mese o due mesi avremo raccolto tutti i fondi necessari per poter partire col progetto a settembre, aprendolo il più possibile".

È raggiante il preside dell'istituto tecnico industriale Aldini Valeriani di Bologna, Salvatore Grillo, mettendo oggi a fuoco il piano Classroom 3.0, quello che l'assessore comunale alle Attività produttive Marco Lombardo definisce "il primo ecosistema digitale in Italia per costruire un ponte tra il sistema scolastico e il mondo del lavoro". Si prestano bene da remoto lezioni di biologia, fisica, meccanica, scienze della terra ed elettronica, per citare le principali, Bologna comunque non si pone limiti e mira a diventare apripista. Il progetto, annunciato a inizio aprile con E.On Reality Italia, ruota attorno alla piattaforma 'Creator Avr' e vuole spalancare ai ragazzi le porte dei sistemi di realtà aumentata e realtà virtuale in un momento in cui risultano cruciali anche per le imprese, alla ricerca di un rilancio oltre l'emergenza sanitaria ma anche più in generale".

A settembre si parte con almeno 300 studenti di meccanica e un centinaio di docenti, in attesa anche di una nuova versione dei sistemi in ballo, tra poche settimane, che consentirà di connettere fino a 100 studenti allo stesso tempo e non solo. Si tratta di piattaforme utili anche e soprattutto alle aziende, per la (nuova) formazione dei dipendenti ma anche per altre attività, come la manutenzione o l'installazione di apparecchi e macchinari a distanza.

Aggiorna infatti Grillo, oggi alla seconda videoconferenza con tutti gli attori dell'iniziativa: "I contenuti cui faranno riferimento i ragazzi non sono generici ma riguardano precise realtà meccaniche del territorio, per questo abbiamo inviato il materiale a realtà come Ima, Marchesini Group, Gd. Sono rimasti entusiasti del progetto e, di fatto, questo al momento rappresenta l'unico modo per loro di stare sul mercato. Mica possono spedire tecnici in volo in giro per il mondo... E la mobilità sarà sempre più ridotta, in futuro". E non solo i big hanno aderito, ma "ci daranno finanziamenti ad hoc, per l'acquisto dei device della scuola. Ne serviranno comunque pochi, ne abbiamo già molti e comunque ai ragazzi non mancano, lavorando offline".

Fra l'altro, non c'è bisogno di essere connessi tutto il tempo, visto che lezioni 3D in ballo sono offline e possono essere scaricate quando in un altro momento. Proprio la tecnologia, in particolare, ha rappresentato finora il principale freno al decollo di Classroom 3.0, ed è qui che entra in campo E.On. Come assicura il preside, "il software di E.On è così semplice che permette di eliminare uno dei difetti alla base della distanza, l'incapacità di usare la tecnologia. In questo modo, invece, si ampliano le conoscenze e le competenze degli studenti fino al 50%, proprio per il fatto che non c'è un prof che conduce ma tutti partecipano. Cresce anche la responsabilizzazione dei ragazzi, così". (Dire)

Coronavirus Emilia Romagna, bollettino 29 aprile: altri 40 decessi e 263 nuovi positivi

Coronavirus Bologna e provincia, bollettino 29 aprile: + 80 casi, Venturi: "Non è focolaio"

Fase 2, come si viaggerà sul bus? Tper: "Oltre alle misure già attive, tavoli per decidere cosa cambia da lunedì"

Fase 2 e mobilità. Bici e piste di emergenza, Merola: "Forte alternativa all'auto privata"

Coronavirus e locali, chiavi in mano a Merola: "Tavolini sulle strisce blu" | VIDEO

Fase 2, Emilia Romagna verso l'obbligo di indossare le mascherine: l'annuncio di Bonaccini

Ecco il testo completo del nuovo DPCM 26 aprile 2020

Cosa ci lascerà questa quarantena? La lezione dei bambini | VIDEO

Farmaci e spesa a casa, aiuti alimentari, supporto anziani e persone fragili: servizi attivi e numeri utili

Coronavirus e consegne a domicilio: segnala a BolognaToday la tua attività!

Potrebbe Interessarti

Torna su
BolognaToday è in caricamento