Lite per il distanziamento a bordo: sul bus arrivano i Carabinieri

All'arrivo a Bologna il pullman è stato costretto a interrompere la corsa

Viaggio movimentato quello dei passeggeri che si sono trovati a bordo del Flixbus partito mercoledì sera da Milano con direzione Calabria. All'arrivo a Bologna, infatti, il pullman è stato costretto a interrompere la propria corsa per una lite a bordo. Lo riferisce Milano Today. 

Motivo del contendere il distanziamento voluto da alcuni dei viaggiatori, che si sono praticamente rifiutati di far salire altri passeggeri a bordo. "Ho chiamato i Carabinieri perché non è normale", dice un uomo, come mostra un video pubblicato da Ansa e girato proprio sul mezzo. "È tutto pieno, siamo uno attaccato all'altro. Qua addirittura c'è gente in piedi - racconta un altro dei passeggeri -. Qui tra un po' ci impesteremo tutti". 

Lo stesso viaggiatore ha poi spiegato di aver "pagato il biglietto doppio per avere lo spazio accanto libero", un desiderio evidentemente non esaudito. Da lì si è vissuto qualche momento di tensione con i carabinieri che sono stati costretti a intervenire nell'autostazione bolognese e salire sul pullman per sedare la lite, che comunque non è mai andata oltre. Una volta ristabilita la calma, dopo la mezzanotte, il pullman è ripartito alla volta della Calabria. 

Per muoverti con i mezzi pubblici nella città di Bologna usa la nostra Partner App gratuita !

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, bollettino 24 novembre: +2.501, per la prima volta flessione sui contagi settimanali

  • Coronavirus Emilia-Romagna: il virus picchia duro, nell'imolese morto un 45enne

  • Siglata nuova ordinanza. Riaperture negozi, corsi e lezioni di ginnastica a scuola: ecco cosa cambia

  • Mangia la pizza e finisce in ospedale con un filo metallico nell'esofago: due denunce

  • Dati Covid confortanti: l'Emilia-Romagna verso la zona gialla (ma non subito)

  • Emilia-Romagna, bollettino covid 26 novembre: + 2157, 515 a Bologna. Calano i casi attivi

Torna su
BolognaToday è in caricamento