Martedì, 18 Maggio 2021
Cronaca

Chiede gli stipendi arretrati, il titolare lo prende a pugni e calci

È successo due sere fa a un lavoratore di un cinema, che ieri mattina  ha sporto denuncia ai Carabinieri per lesioni

Ha chiesto gli stipendi arretrati, così è stato insultato e picchiato. È successo due sere fa a un lavoratore di un cinema cittadino, che ieri mattina  ha sporto denuncia ai Carabinieri per lesioni contro il gestore della sala. 

'Minacciato e picchiato'

La vittima che lavora per lui da cinque anni hanno avuto un battibecco e il gestore lo avrebbe invitato a timbrare il cartellino e andarsene, così lo avrebbe aggredito alle spalle dandogli due pugni in faccia. Poi, una volta caduto a terra, lo avrebbe anche preso a calci. A quel punto il dipendente ha chiamato il 113. Sul posto è giunta quindi una volante della Polizia, seguita dopo pochi minuti da un'ambulanza. Al Pronto soccorso è stato medicato per un trauma all'occhio destro, escoriazioni al gomito e ginocchia, e giudicato guaribile in cinque giorni. A testimoniare l'accaduto anche la compagna del lavoratore, che riferisce anche di essere stato insultato pesantemente prima dell'aggressione, con la minaccia di non trovare più lavoro in nessun cinema della città. Il luogo anche dotato di telecamere di videosorveglianza, che potrebbero aver ripreso l'accaduto. 

'Una decina di dipendenti non pagati'

Stefano Gregnanin della Fistel-Cisl, parlando all'agenzia Dire, definisce "Un'assurdità che un personaggio del genere continui a gestire dei servizi pubblici a Bologna - attacca - non è un imprenditore ma un personaggio poco raccomandabile, dal momento che non paga da mesi i suoi lavoratori". Nell'ultimo anno e mezzo, sottolinea Gregnanin, "sono una decina i dipendenti che si sono dimessi per giusta casa perchè non ricevono gli stipendi. E quasi tutti sono in vertenza" contro il gestore delle tre sale. Oltretutto, segnala l'esponente Cisl, "i cinema gestiti da non vanno male, ma incassano. Sarebbe interessante sapere dove vanno a finire quei soldi, visto che non paga i lavoratori". A maggior ragione, Gregnanin non nasconde il suo "timore" che una volta finita la ristrutturazione del Capitol (che dovrebbe essere ridimensionato), "torni a gestire anche quella sala". (dire) 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Chiede gli stipendi arretrati, il titolare lo prende a pugni e calci

BolognaToday è in caricamento