Giovedì, 18 Luglio 2024
Cronaca Centro Storico / Via del Pratello

Fracasso notturno, residenti denunciano Comune e Prefettura:“Nulla si è fatto”

Esasperati i cittadini che abitano nelle zone calde della movida bolognese: a vuoto sono caduti i numerosi esposti inviati a Cancellieri e Tranfaglia. Ora dicono basta: denunciati Commissario e Prefetto

Esasperati i residenti nelle zone calde della movida bolognese: da via del Pratello alla zona Universitaria decibel decisamente troppo alti di notte che tolgono il sonno e la quiete. “Il Comune non è intervenuto in maniera sostanziale”, questa è l’accusa che numerosi abitanti del Pratello, attraverso una denuncia-querela, hanno mosso nei confronti del commissario uscente Anna Maria Cancellieri e del prefetto Angelo Tranfaglia.

CITTADINI VS COMUNUNE&PREFETTURA, BATTAGLIA LUNGA - I cittadini, muniti di una relazione dell’Arpa che indicava gli sforamenti dei decibel notturni, hanno inviato numerosi esposti a Comune, Prefettura, Questura e polizia municipale.
L’accusa mossa era “omissione di atti d’ufficio”.Così, circa un anno e mezzo fa, il pm Morena Plazzi ha aperto un fascicolo sul caos notturno.

"Nulla è cambiato" lamentano i denuncianti, che si aspettavano l'intervento del Commissario e del Prefetto attraverso un provvedimento correttivo per sanare la situazione, ma cio’ non è accaduto.

Da qui la decisione di andare giù a muso duro, così è partito l’esposto contro Cancellieri/Tranfaglia, sostenuto dai residenti singolarmente, senza l’appoggio di alcun commitato.

Ora la decisione sulla vicenda è rimessa ai pm, ma il caos sugli schiamazzi notturni sarà “gatta da pelare” per il neo sindaco cui la Cancellieri passa il testimone.
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Fracasso notturno, residenti denunciano Comune e Prefettura:“Nulla si è fatto”
BolognaToday è in caricamento