Cronaca Zona Universitaria / Piazza Giuseppe Verdi

Gestori locali zona U: "Alcol a minori, restrizioni che noi rispettiamo ma gli abusivi no"

Il Consorzio Enjoy torna a chiedere la revoca dell'ordinanza che impone il 'coprifuoco ai locali' e lascia campo libero ai venditori abusivi di alcolici in strada. Esercenti incontrano candidati sindaci e auspicano collaborazione tra locali e Forze dell'Ordine "perchè il decoro della città e la sicurezza siano obiettivo comune"

Il Consorzio Enjoy Bologna, del quale fanno parte diversi esercenti dei locali in zona universitaria, tramite il Presidente Giancarlo Bomprezzi ritiene che" ci debba essere ottimismo relativamente al fatto che questi lunghi mesi di incontri sortiscano effetti positivi su una presa di posizione nei confronti della vedita di alcolici da parte di abusivi", dilagante nella zona universitaria, dopo l'entrata in vigore dell'ordinanza che impone la chiusura anticipata dei locali. Come denunciano gli esercenti. 

Bomprezzi apprezza anche il fatto che dall'amministrazione si sia sollevato il problema della vendita degli alcolici ai minori: "Molti lo danno per scontato - sottolinea Bomprezzi - ma le restrizioni che i locali del Consorzio rispettano scrupolosamente, sia per senso civico che per etica, non sono altrettanto scontate per i venditori abusivi di alcool in strada, che invece, se non vengono fermati, possono distribuire alcoolici anche ai giovanissimi.

Il Consorzio torna a ribadire che "è inderogabile il ritiro dell'Ordinanza Merola perchè i locali sono un presidio del territorio e garantiscono maggiore sicurezza; purtoppo il numero sempre crescente di fatti di cronaca avvenuti in Zona Universitaria ne sono un'amara conferma".
L'auspicio degli esercenti è quindi una maggiore collaborazione tra i locali e le Forze dell'Ordine, in particolare con la Polizia Amministrativa, "perchè il decoro della città, la sicurezza nelle strade e il sonno dei residenti sono un obiettivo comune".
Un dettaglio che - secondo il Consorzio - "sfugge ai più è che un gran numero di lavoratori e gestori dei locali risiede proprio nelle zone del centro colpite dall'Ordinanza".
Per perorare questi obiettivi il Consorzio Enjoy Bologna ha fissato per questa settimana degli incontri con i candidati sindaci delle forze politiche che si presentano alle elezioni. Gli esercenti fanno sapere, che a tal riguardo, sarebbero  molto lieti di confrontarsi anche con Merola per cercare i punti di incontro nella soluzione delle questioni aperte.

In primo luogo - scandiscono gli edercenti - " è importante che venga arginato il problema dello spaccio di droga nella Zona Universitaria, e di tutti gli atti di criminalità che invece vedono un escalation peggiorativa proprio in questi mesi in cui è stata imposta l'Ordinanza".
L'augurio è che l'Assessore Lepore, "che fino ad ora si è dimostrato collaborativo e disponibile nel raggiungimento di un obiettivo comune, possa convocarci in settimana. Ricordiamo anche che, nei confronti del Consorzio Enjoy Bologna, era stato preso l'impegno di deliberare una nuova Ordinanza entro i primi 20 giorni di aprile. Tutto il Consorzio ritiene che una nuova Ordinanza debba essere veramente anti-degrado e non pro-degrado, come si sta rivelando la normativa in essere".

 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Gestori locali zona U: "Alcol a minori, restrizioni che noi rispettiamo ma gli abusivi no"

BolognaToday è in caricamento