Alla partita con il logo di Hitler sui berretti: daspo a Bologna per otto tifosi del Verona

Il volto stilizzato del fuhrer, l'inconfondibile taglio di capelli e al posto dei baffetti, le scale, simbolo della città veneta

Il volto stilizzato di Adolf Hitler, l'inconfondibile taglio di capelli del dittatore nazista e al posto dei suoi iconici baffetti c'erano le scale, simbolo della città di Verona. Otto tifosi dell'Hellas Verona volevano entrare allo stadio Dall'Ara di Bologna con i particolari berretti per sostenere la squadra gialloblu, che, il 19 gennaio scorso, ha giocato contro i felsinei, pareggiando 1-1. Lo riferisce VeronaSera, e la notizia trova conferme in questura a Bologna.

"Razzisti e seguaci di un criminale, che riceveranno il Daspo e che sono stati denunciati". Così, il senatore veronese del Partito Democratico Vincenzo D'Arienzo li ha definiti "Dobbiamo isolarli - ha dichiarato D'Arienzo - Credo sia doveroso conoscere i nomi di questi signori e trattarli come meritano: discriminarli per la loro idolatria verso un criminale e per il loro odio razziale. La nostra società non ha bisogno di gente simile".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Gli otto tifosi sono stati fermati a gruppi di due, all'ingresso del stadio Dall'Ara. I loro berretti sono stati subito sequestrati e rapida è partita la segnalazione alle autorità. Oltre al Daspo, poi comminati nella misura di due anni ciascuno, i supporter gialloblu hanno ricevuto anche una denuncia per violazione della Legge Mancino che condanna gesti, azioni e slogan legati all'ideologia nazifascista, aventi per scopo l'incitazione alla violenza e alla discriminazione per motivi razziali, etnici, religiosi o nazionali. La legge punisce anche l'utilizzo di simbologie legate a suddetti movimenti politici. La tifoseria gialloblù non è nuova a “incidenti“ del genere.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Come asciugare i vestiti quando fa freddo evitando quello strano odore di umido

  • Bollettino Covid, boom contagi: +1.180 casi in regione, +348 a Bologna. Altri 10 morti

  • Coronavirus, il piano della Regione Emilia-Romagna: "Intanto isolare famiglie con positivi"

  • Crollo in via del Borgo: morto al Maggiore lo studente travolto dalle macerie

  • 23 ottobre, sciopero nazionale treni e bus: cosa c'è da sapere

  • Gianluca Vacchi firma una cashback card: oltre ai benefit, c'è anche un progetto benefico

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
BolognaToday è in caricamento