Cronaca

Luca Carboni: ecco i cinque luoghi di Bologna che stanno più a cuore al cantante

Un itinerario che tocca cinque luoghi della nostra città, i preferiti di Luca Carboni. Il racconto fa parte di una serie di itinerari proposti da Smemoranda

Un'iniziativa di Smemoranda prevede di chiedere a quelli che chiama "S-Vip" di fare un itinerario della propria città nel quale elencano i loro cinque posti preferiti. E' stato coinvolto anche Luca Carboni, che ha fatto la sua top-five. Eccola!

1) VIA SAN FELICE. Perché, da piccolo, cresciuto appena "fuori porta", era la via che mi faceva entrare in centro, nel cuore di Bologna per mano alla mia mamma e al mio papà che lì si erano conosciuti e sposati. Alla domenica si andava a prendere il gelato da "Ugo" che era il più buono di Bologna! La via, per me, dove cominciavano i famosi portici. A vederla  non sembra una via grande ed importante invece è addirittura la storica via Emilia, fatta costruire dal console romano Marco Emilio Lepido, per collegare Rimini con Piacenza, che entrando a città cambia nome.

2) CIRENAICA. Usciamo dal centro della città per scoprire un piccolo rione del quartiere San Vitale a cui sono molto legato: la Cirenaica! Un rione nato nel 1913, quando l'Italia coloniale conquistò la Libia. Da questo il nome della strada principale: Via Libia. In Cirenaica, all'angolo tra Via Paolo Fabbri, storica via in cui ha abitato Francesco Guccini (titolo anche di un suo album) e via Musolesi c'è la mitica "Trattoria da Vito" dove è avvenuto l'incontro con Lucio Dalla e gli Stadio che ha cambiato la mia vita! Ci si trovava di notte e si stava fino alla mattina con Guccini e Vito che lanciavano agguerrite sfide con le carte dei tarocchi. Lucio Dalla infervorato a teorizzare tra filosofia, arte, basket e calcio, insieme al suo amico Bonaga e a tanti altri personaggi della vita notturna Bolognese, legati alla musica e non. Qui ho ricordi indelebili e sono grato a Paolo il figlio di Vito, di avere mantenuto la trattoria come era allora!

3) VIA M.D'AZEGLIO. È una bella strada che da Piazza Maggiore arriva fino ai viali di circonvallazione. Il primo tratto è pedonale e sulla destra c'è la famosa casa del commendatore Domenico Sputo che poi non è altro che il grande Lucio Dalla! Poco più avanti, sempre sulla destra, due portoni dopo, ci ho vissuto anch'io un bel periodo della mbologna carboni-3ia vita! Proseguendo e attraversando via Farini (a sinistra si andrebbe da Zanarini mitico bar "fighetto" di Bologna) si arriva fino alla vecchia Maternità. Un edificio storico, dove dagli anni '40 in poi, sono nati molti Bolognesi! Fa pensare che in origine, mi sembra nel 1300, fosse nato come "Ospedale dei Bastardini" per accogliere povere ragazze madri e bambini senza famiglia.
Adesso è stato trasferito, ma fino a qualche anni fa si nasceva davvero nel cuore di Bologna! Per me è sempre una forte emozione, quando ci passo davanti, pensare di essere nato lì! "Bastardino".

4) SAN LUCA. Il Santuario di San Luca (Colle della Guardia) è, insieme alle 2 Torri e Piazza Maggiore un grande simbolo di Bologna. Si vede già, soprattutto di notte, arrivando da lontano, dalla periferia e dalle autostrade! Un'icona dei colli bolognesi, cantati spesso sia da Cesare Cremonini che da me, dedicato alla Beata Vergine di San Luca, che domina e protegge Bologna dall'alto! Il mio nome viene da lì! La cosa incredibile è il portico pazzesco, il portico più lungo del mondo, più di 600 arcate, circa 4 km, assolutamente da vedere! Collega il cuore di Bologna al Santuario attraversando la campagna e la collina. È un pellegrinaggio che molti bolognesi credenti  fanno con profonda venerazione ma anche laicamente molti promettono, se si realizza un certo desiderio... Tipo il Bologna che ritorna in serie A, di andare a San Luca a piedi!

5) VIA CLAVATURE. Sono molto affezionato anche alla zona di via Clavature, via principale di Bologna nel medioevo, ora piccola strada caratteristica con un po' di bar e bistrò, vicino Piazza Maggiore, nei quali sono nate tante idee per i miei testi. Molte mie canzoni nascono al bar! È una parte di Bologna che noi chiamiamo "quadrilatero", bello passeggiarci e incontrare gli amici nelle strettissime vie attorno al vecchio "mercato di mezzo"... Via Pescherie vecchie, via Drapperie, via Degli Orefici... Un posto da vedere assolutamente è la straordinaria ed antichissima Osteria del Sole (dal 1465!!!) dove puoi portarti da mangiare da casa o comperarlo nei negozi vicini, sederti al tavolo e ordinare solo il bere!!!

Buon viaggio fisico e politico !
Luca Carboni

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Luca Carboni: ecco i cinque luoghi di Bologna che stanno più a cuore al cantante

BolognaToday è in caricamento