rotate-mobile
Venerdì, 22 Settembre 2023
Cronaca Centro Storico

Bologna di notte cambia look: led caldi, meno impatto ambientale e risparmio di 3 milioni

In termini ambientali invece l'operazione vale 387 tonnellate di Co2 in meno immesse nell'atmosfera

Nuove luci per i portici del centro, per le piazze Santo Stefano e San Domenico, e per una sessantina di monumenti cittadini, tra cui le dieci porte lungo il perimetro dei viali (esclusi invece piazza Maggiore, il Nettuno e le Due Torri). Bologna cambia il suo look notturno, con la progressiva sostituzione dell'attuale illumunazione con luci a led (verranno cambiati 3.500 corpi illuminanti e installati 680 nuovi punti luce) grazie a quattro milioni di euro del programma europeo React-Eu.

L'obiettivo è concludere i lavori la prossima estate: quando il progetto sarà interamente realizzato, anche nell'area est e in quella ovest della città oltre al centro, sarà possibile avere per le casse cittadine un risparmio di tre milioni di euro l'anno per la corrente. In termini ambientali invece l'operazione vale 387 tonnellate di Co2 in meno immesse nell'atmosfera.

Per il sindaco Matteo Lepore è anche un modo di rispondere adeguatamente all'ascesa del turismo, in parallelo agli interventi sulla pulizia della città. "Abbiamo bisogno di aumentare la qualità dei servizi e l'illuminazione è fondamentale", sottolinea il primo cittadino, presentando oggi il piano accanto all'assessore ai Lavori pubblici Simone Borsari.

"È un progetto che unisce il tema della sicurezza e quello del risparmio energetico con l'esaltazione della bellezza della nostra città", sottolinea Borsari. Progettato dallo studio imolese I-dea, il restyling luminoso del centro rivoluziona intanto l'illuminazione dei portici patrimonio Unesco attraverso un nuovo corpo luminoso, chiamato Bird per la somiglianza con la sagoma di un uccello, che getterà luce contemporaneamente (ma con diverso effetto) su strada e portico.

Totalmente modificata, poi, l'immuninazione di piazza Santo Stefano. Al posto di quella attuale, considerata troppo potente, è stato elaborato un nuovo sistema con punti luce meno visibili e un effetto più "caldo". Su un nuovo modo di valorizzare dettagli e superfici si fonda anche la nuova illuminazione di piazza San Domenico. (Dire)

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Bologna di notte cambia look: led caldi, meno impatto ambientale e risparmio di 3 milioni

BolognaToday è in caricamento